Donne e diabete

Giornata Mondiale del Diabete 2017 – manca un mese

DIABETEASY per partecipare clicca qui

Il tema del World Diabetes Day 2017 è le donne e il diabete – il nostro diritto ad un sano futuro.

La campagna promuove l’importanza di un accesso praticabile ed equo per tutte le donne a rischio o che vivono con diabete ai medicinali e tecnologie essenziali per la malattia, nell’istruzione all’autogestione e nelle informazioni necessarie per ottenere risultati ottimali col diabete e rafforzare la capacità di prevenire il diabete tipo 2.

Tutte le donne con diabete vogliono un accesso equo e praticabile alle cure, all’istruzione per gestire meglio il diabete e migliorare i risultati della propria salute.

Supporto nei fatti

Attualmente esistono oltre 199 milioni di donne che vivono con ildiabete. Il totale è destinato ad aumentare a 313 milioni entro il 2040.

Due donne su cinque con diabete sono di età riproduttiva: oltre 60 milioni di donne in tutto il mondo.

Il diabete è la nona causa principale di morte nelle donne a livello globale, causando 2,1 milioni di morti all’anno.

Le donne con diabete di tipo 2 hanno 10 volte probabilità in più di avere una malattia coronarica rispetto alle donne senza la condizione.

Le donne con diabete di tipo 1 hanno un rischio aumentato di aborti spontanei o di avere un bambino con malformazioni.

Cosa deve essere fatto

I sistemi sanitari devono prestare un’attenzione adeguata alle specifiche esigenze e priorità delle donne.

Tutte le donne con diabete dovrebbero avere accesso ai medicinali e alle tecnologie essenziali per il diabete, all’istruzione nell’autogestione e alle informazioni necessarie per ottenere risultati ottimali sul diabete.

Tutte le donne con diabete dovrebbero avere accesso ai servizi di pianificazione preconcepimento per ridurre il rischio durante la gravidanza.

Tutte le donne e le ragazze dovrebbero avere accesso all’attività fisica per migliorare i risultati nella salute.

Le donne in gravidanza richiedono un migliore accesso allo screening, alla cura e all’istruzione per ottenere risultati positivi per la salute della madre e del bambino.

Supporto dei fatti

1 su 7 nati è influenzato dal diabete gestazionale.

IDF stima che 20,9 milioni di donne o il 16,2% dei nati vivi nascite vive nel 2015 hanno avuto una forma di iperglicemia in gravidanza. Circa la metà delle donne con una storia di GDM continua a sviluppare il diabete di tipo 2 entro cinque – dieci anni dopo il parto.

La metà di tutti i casi di iperglicemia durante la gravidanza si verifica nelle donne al di sotto dei 30 anni.

La stragrande maggioranza dei casi di iperglicemia in gravidanza si sono verificati nei paesi a basso e medio reddito, dove l’accesso alle cure materne è spesso limitato.

Cosa deve essere fatto

Le strategie di prevenzione del diabete di tipo 2 devono concentrarsi sulla salute materna e sull’alimentazione e sugli altri comportamenti sanitari prima e durante la gravidanza, nonché la nutrizione infantile e nella prima infanzia.

Le visite di assistenza antenatale durante la gravidanza devono essere ottimizzate per la promozione della salute nelle giovani donne e l’ individuazione precoce del diabete e della GDM .

La screening per il diabete e la GDM dovrebbe essere integrato in altri interventi e servizi sanitari per la maternità a livello di assistenza sanitaria primaria per assicurare una diagnosi precoce, una migliore assistenza alle donne e una ridotta mortalità materna .

Gli operatori sanitari devono essere addestrati nell’identificazione, nel trattamento, nella gestione e nel monitoraggio del diabete durante la gravidanza.

Le donne e le ragazze sono agenti chiave nell’adozione di stili di vita sani per migliorare la salute e il benessere delle generazioni future.

Supporto dei fatti

Fino al 70% dei casi di diabete di tipo 2 potrebbe essere prevenuto attraverso l’adozione di uno stile di vita sano.

Il 70% delle morti premature tra gli adulti è in gran parte dovuto al comportamento iniziato durante l’adolescenza.

Le donne, come madri, hanno un’enorme influenza sullo stato di salute a lungo termine dei loro figli.

La ricerca ha dimostrato che quando le madri ricevono un maggiore controllo sulle risorse, ne assegnano più al cibo, alla salute dei bambini, all’alimentazione e istruzione.

Le donne sono i portatori delle abitudini alimentari della famiglia e di vita e quindi hanno il potenziale per guidare la prevenzione dalla famiglia e oltre.

Cosa deve essere fatto

Le donne e le ragazze va dato un accesso facile e equo alle conoscenze e risorse per rafforzare la loro capacità di prevenire il diabete di tipo 2 nelle loro famiglie e meglio tutelare la propria salute.

La promozione delle opportunità di esercizio fisico nelle ragazze adolescenti, in particolare nei paesi in via di sviluppo, deve essere una priorità per la prevenzione del diabete.



Categorie:Donne e diabete

Con tag:,