Ricerca

Pazienti a rischio per il mancato riconoscimento di sottotipi di diabete importanti

La salute delle persone affette da diabete è messa a rischio a causa del fallimento dei medici nel riconoscere quale tipo di diabete hanno, ne parla un nuovo studio nella rivista Diabetes Care.

DIABETEASY per partecipare clicca qui

 

Nel primo studio del suo genere, i ricercatori dell’Università di Surrey, hanno esaminato i dati sanitari di più di 2 milioni di persone, valutando la frequenza dei diversi tipi di diabete e l’accuratezza della diagnosi. Particolare attenzione è stata data a coloro che hanno sviluppato il diabete di tipo 3c. Il diabete di tipo 3c si verifica a seguito di infiammazione pancreatica, crescita anormale del tessuto sull’organo o rimozione chirurgica di una parte o di tutto il tessuto, che influenza la capacità del corpo di produrre insulina.
I ricercatori hanno scoperto che fino al 97,3% delle persone che erano affetti in precedenza da una malattia del pancreas vengono diagnosticati in modo errato, tipicamente con il diabete di tipo 2, piuttosto che nella condizione corretta del tipo 3c. Tale errata diagnosi influisce sul trattamento offerto ai pazienti, con coloro che soffrono di diabete di tipo 3c i quali richiedono una terapia insulinica più urgentemente di quelli con diabete di tipo 2. I ritardi nella fornitura del trattamento appropriato possono avere effetti devastanti a lungo termine per i pazienti con diabete di tipo 3c: lesioni nervose, oculari e renali, tutte le possibili conseguenze.
I ricercatori sono stati anche sorpresi di scoprire che gli adulti avevano maggiori probabilità di sviluppare il diabete di tipo 3c rispetto al diabete di tipo 1. Nel loro campione, 205 persone hanno recentemente  ricevuto diagnosi di diabete di tipo 3c che con il tipo 1. Questa scoperta dimostra come questa forma sotto-riconosciuta del diabete è più comune di quanto precedentemente pensato e potrebbe costituire una potenziale minaccia per la salute pubblica.
L’autore maggiore del rapporto, il professor Simon de Lusignan dell’Università di Surrey, ha dichiarato: “Una maggiore consapevolezza del diabete di tipo 3c all’interno della professione medica è immediatamente necessaria per migliorare la gestione di questa malattia, che ora ha un’incidenza più alta del diabete di tipo 1 negli adulti.
“La nostra ricerca mostra che la maggioranza delle persone affette da diabete di tipo 3c viene misdiagnosticata con il diabete di tipo 2, mettendo a rischio la loro salute a breve e lungo termine . Il diabete e le sue complicazioni presentano un enorme onere per il sistema sanitario, ed è importante che ai pazienti sia diagnosticato rapidamente e correttamente, aiutandoli a ottenere la cura specifica di cui hanno bisogno.
“Questo si basa sul nostro precedente lavoro che suggeriva come la mancanza di una giusta diagnosi fosse associata a cure scadenti”.
Le cifre più recenti della sanità pubblica in Inghilterra indicano che 3,8 milioni di persone di età superiore ai 16 anni hanno diabete, circa il 9% della popolazione adulta, con circa 14 miliardi di sterline che sono stati spesi ogni anno per curare la malattia e le sue complicanze.



Categorie:Ricerca

Con tag:,