Mangiare

Estrazione giusta

Pubblicità e progresso
Pubblicità e progresso

Un nuovo studio suggerisce che il consumo di succo ottenuto tramite un estrattore di nutrienti disponibile in commercio produce livelli di glucosio nel sangue uguali o inferiori a quelli osservati con il frutto intero. Questa scoperta inaspettata offre un’alternativa alimentare che consente il consumo dei succhi di frutta normalmente limitati alla dieta.

Pubblicità e progresso

Paradossalmente, mentre il consumo di tutta la frutta è universalmente riconosciuto giocare un ruolo nel ridurre il rischio di molte malattie croniche (come il diabete di tipo 2), il consumo del succo di frutta succo può effettivamente aumentarne il rischio. Si ritiene che questo effetto sia dovuto al picco dei livelli di glucosio nel sangue (chiamato indice glicemico, GI) che si verifica dopo il consumo dei succhi di frutta. Di conseguenza, la raccomandazione attuale a livello di salute pubblica consiglia di limitare il consumo di succo di frutta a soli 150 ml al giorno.
Un team di scienziati dell’Università di Plymouth ha effettuato la prima ricerca indipendente sull’effetto del succo di frutta sulla glicemia post-pasto preparato con estrattori nutrizionali sempre più diffusi.
I risultati del loro studio sono stati pubblicati in Nutrition and Diabetes.
La sorprendente constatazione è che il succo preparato usando un estrattore di nutriente ha determinato un abbassamento significativo del GI rispetto a frutta mista consumata intera. La riduzione è stata sostanziale, pari al 50% dei livelli di zucchero nel sangue. Unica eccezione è stata per Il mango, che è riconosciuto come frutto ad alto contenuto di zucchero: non ha mostrato alcuna differenza nel GI tra quello estratto di nutrienti e il frutto intero. Nel suo insieme, questo studio dimostra che la preparazione del succo di frutta utilizzando un estrattore di sostanze nutritive commercialmente disponibili può diminuire il picco dei livelli di glucosio nel sangue che si verifica dopo il consumo di frutta e, peggio, produce un picco simile a quello visto con la frutta intera.
Il meccanismo responsabile di questo effetto non è chiaro, ma i risultati dello studio suggeriscono che il succo di frutta preparato con un estrattore nutrizionale potrebbe essere considerato un modo relativamente sano per mantenere i livelli raccomandati di consumo di frutta in particolare tra coloro che presentano malattie croniche come il diabete di tipo 2 .
Lo studio è stato condotto dai dottori Michael Jarvis e Gail Rees della Scuola di Scienze Biomedica e Sanità presso l’Università di Plymouth, con il sostegno di Kathy Redfern e del Dipartimento Nutrizione.
Dr Rees ha dichiarato:
“Anche se tutti sembrano usarli di questi tempi, nessuno aveva esaminato l’effetto del succo di frutta preparato usando un estrattore di nutrienti sui livelli dello zucchero nel sangue . Eravamo solo curiosi di vedere come si paragonerebbe a tutto il frutto.
“I risultati sono stati veramente sorprendenti e siamo entusiasti nel constatare che la frutta estratta di nutrienti potrebbe ora essere considerata una valida alternativa al succo di frutta tradizionale per le molte persone che hanno difficoltà a incorporare frutti interi nelle loro diete. Lo studio richiederà ulteriori indagini prima di sapere se questo dovrebbe cambiare linee guida nutrizionali. Il meccanismo è anche importante “.
L’estrattore nutrizionale usato era un miscelatore 600W, 20.000 RPM sotto il marchio Nutribullet 600. Gli autori dello studio non hanno alcun interesse commerciale o finanziario in Nutribullet e lo studio è stato condotto come una ricerca indipendente sostenuta dai finanziamenti dell’Università di Plymouth.



Pubblicità e progresso

Categorie:Mangiare

Con tag:,,