E poi?

Sabato scorso ho concluso l’evento Diabeteasy con i medici e ricercatori degli Ospedali San Raffaele di Milano e Sant’Orsola di Bologna, con il contributo di Daniela D’Onofrio GM di Portale Diabete, e della dottoressa Anna Vittoria Ciardullo direttrice della UOC diabetologia della Provincia di Modena, esprimendo un desiderio che la vasta platea dei partecipanti all’incontro (400) e voi tutti che leggete questo blog, sia qui che tramite la rete social, potete esaudire. A partire dal 2018, magari in primavera, fare una Giornata dell’Altro Diabete, un giorno per il Diabete Tipo 1, quello dimenticato dai media, da chi finanzia la ricerca e un po’ da tutti. Perché? Come aveva detto al dottoressa Manuela Battaglia, Vice Direttore del Diabetes Research Institute presso il San Raffaele di Milano, i ricercatori devono incontrare i pazienti per capire quali sono le loro priorità per trovare le cure e così dirigere meglio i campi di lavoro nello studio. Come sappiamo o dovremmo sapere all’interno del diabete tipo 1 le condizioni sono molteplici e diverse per ognuno di noi, quindi non solo occorre personalizzare le cure e in questo ambito dirigere le ricerche, ma contestualmente impegnarsi per trovare terapie oggi inesistenti o comunque tampone su complicanze gravi per il diabete. La retinopatia, le varie forme di neuropatia e la nefropatia. Una giornata per  dimostrare chi siamo e che ci siamo e meritiamo il meglio.

Occorre impegnarsi veramente come diabetici e società italiana per sostenere la ricerca non solo con le donazioni, perché lo Stato Italiano impegna lo 0,3 del bilancio per la ricerca scientifica in ogni campo, e per il diabete tutto compreso appena 100.000 euro. L’Unione Europea un poco di più ma non tanto. A differenza degli USA ove il 10% dei fondi federali sono rivolti alla ricerca e ci sono filantropi e molti più cittadini che donano.

Come diabetici tipo 1 dobbiamo uscire dalle tane e dagli pseudomini web per fare assieme azione di pressione verso le istituzioni pubbliche e private affinché sostengano la ricerca e le cure per il T1D, così come le aziende farmaceutiche si impegnino a stanziare fondi per terapia più efficaci nel diabete e complicanze. L’unico complotto esistente e verso la nostra capacità di reagire oltre che per avere più ricerca per avere team veri diabetologia, percorsi educazionali veri, supporto psicologico e sostegno a chi si trova in difficoltà nel rapporto con la malattia. Arrestare ogni tentativo di smantellamento dell’attuale rete, migliorabile, di centri di diabetologia.

Diabeteasy, come DRItti a voi, ci hanno insegnato ancora una volta che i diabetici tipo 1 voglio essere informati, formati e motivati poiché la gestione della cura è in mano nostra per il 95% del tempo di vita.

E allora? E allora si prosegue, obbiettivo: scomplicare la vita con T1D per cure migliori e più efficaci.



Rispondi

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione
Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini
Eventi
  • Nessun evento
Sommario post
Categorie post
IMD è mobile
Il Mio Diabete social
Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


2016 Image Banner 120 x 600