Annunci

Le cellule staminali aprono la strada per il nuovo trattamento del diabete

Un nuovo studio sulle cellule staminali condotto presso l’Università di Copenhagen mostra come possiamo aumentare la produzione vitale di insulina nei pazienti affetti da diabete. La scoperta aiuta a migliorare in modo più efficiente e a costi inferiori rendere le cellule beta produttrici di insulina dalle cellule staminali umane. Pertanto, la ricerca apre la strada per un trattamento più efficace del diabete. Il metodo può anche risultare significativo per la cura di tutta una serie di altre malattie.
415 milioni di persone in tutto il mondo hanno il diabete. E il numero continua a salire. Comune a tutti i pazienti diabetici è l’incapacità di produrre quantità sufficienti di insulina, ormone che regola lo zucchero nel sangue. Ciò può portare ad una serie di complicazioni e in molti casi potenzialmente fatali.
Un nuovo studio condotto presso l’Università di Copenaghen, appena pubblicato nella rivista internazionale Nature Cell Biology, mostra come i ricercatori che utilizzano cellule staminali umane possono produrre cellule che producono insulina e queste in futuro potranno essere trapiantate in pazienti diabetici.
“Identificando i segnali che istruiscono le cellule progenitrici del topo per diventare cellule che si fanno successivamente cellule beta produttrici d’insulina, possiamo trasferire questa conoscenza alle cellule staminali umane per rendere più robuste le cellule beta”, afferma il professor e capo del Dipartimento Henrik Semb della Novo Nordisk Foundation Center per la biologia delle cellule staminali presso la Facoltà di Scienze Mediche.
Lo sviluppo delle cellule dipende dal loro senso di direzione Il gruppo di ricerca, che è composto da Henrik Semb, dal  Ph.D. Zarah Löf-Öhlin e dal professore Pia Nyeng, tra gli altri, ha iniziato a studiare come il corpo crea i complessi sistemi di incanalazione che trasportano i fluidi e gas nei nostri organi.

Volevano capire la macchina per istruire le cellule progenitrici nei loro diversi destini. Con loro sorpresa, il meccanismo si è rivelato semplice. Secondo il  Professore Pia Nyeng, questi processi sono principalmente controllati dalla capacità dei progenitori di tracciare da sotto il percorso (la cosiddetta polarità delle cellule).
“Risulta che lo stesso segnale – il cosiddetto percorso del fattore di crescita epidermica (EGF) – controlla sia la formazione dei canali che le cellule beta mediante cambiamenti di polarità. Pertanto, lo sviluppo del progenitore pancreatico nelle cellule beta dipende dal loro orientamento nei tubi. È un meccanismo davvero sorprendente e semplice e colpendo la cosiddetta polarità delle cellule progenitrici possiamo controllare la loro conversione in cellule beta “, spiega Pia Nyeng.

Lo studio si basa principalmente sulle prove eseguite sui topi, ma i ricercatori hanno deciso di esaminare se lo stesso meccanismo può essere trovato nelle cellule umane .

“Zarah Löf-Öhlin ha scoperto che lo stesso meccanismo di maturazione delle cellule si applica allo sviluppo delle cellule umane. Ora possiamo usare questa conoscenza per trasformare in modo più efficiente le cellule staminali umane in cellule beta in laboratorio con la speranza di utilizzarle per sostituire le cellule beta perse in pazienti affetti da diabete tipo 1”, afferma Henrik Semb.


I ricercatori prevedono che la regolazione della polarità cellulare sia fondamentale per lo sviluppo di molti altri tipi di cellule umane, ad esempio le cellule nervose. Questo può contribuire allo sviluppo della terapia delle cellule staminali destinata ad altre malattie.



Annunci
Spot
Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione
Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini
Eventi
  • Nessun evento
Sommario post
Categorie post
Il Mio Diabete social
Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons


2016 Image Banner 120 x 600