Terapie

Il diabete di tipo 2 e aspettativa di vita

Il diabete di tipo 2 è legato ad una minore aspettativa di vita indipendentemente dallo stato socioeconomico di una persona, suggerisce uno studio scozzese. La ricerca, che ha coinvolto più di tre milioni di persone, potrebbe aiutare gli scienziati a comprendere meglio gli effetti del diabete di tipo 2 sulla durata della vita. Può informare le campagne di sanità pubblica volte a far fronte alla condizione. Lo studio globale è il primo del suo genere per ottenere un’istantanea sul diabete di tipo 2 e l’aspettativa di vita in una popolazione nazionale.

La condizione cronica – nella quale il corpo non è in grado di controllare gli zuccheri nel sangue – è legata all’obesità e ha maggiori probabilità di essere diagnosticato nelle persone anziane. Un gruppo di ricerca, guidato dall’Università di Edimburgo, ha confrontato i dati sanitari anonimi ricavati da più di 250.000 persone con diabete di tipo 2 e 2.8 milioni di persone senza la condizione in Scozia.

I dati relativi alla speranza di vita sono stati generati in bande di età di cinque anni per uomini e donne di età compresa tra 40 e 89 anni nel periodo 2012-2014. Per comprendere l’effetto dello stato socioeconomico, i ricercatori hanno esaminato l’Indice scozzese di più deprivazione – basato su 38 indicatori di povertà – in ogni area geografica della Scozia.

L’aspettativa di vita è risultata essere più bassa nel gruppo di diabete di tipo 2 rispetto al gruppo diabetico non diabetico in quasi tutte le fasce d’età e a tutti i livelli di stato socioeconomico. L’unica eccezione è stata quella degli uomini di età superiore agli 80 anni nella categoria più povera. I ricercatori affermano che le differenze nell’aspettativa di vita tra i gruppi di tipo 2 e non, variano da una stima di 5,5 anni per le donne di età compresa tra i 40 ei 44 anni, con una riduzione di 0,1 anni dell’aspettativa di vita per gli uomini di età compresa tra 85 e 89 anni.

Circa una su 20 persone in Scozia ha diabete e il 90 per cento di queste persone vivono con il tipo 2. Il diabete ha un costo per NHS il sistema sanitario scozzese pari £ 1 miliardo all’anno. Il professor Sarah Wild, dell’Usher Istituto universitario di scienze della salute, dice che il prossimo passo sarà quello di indagare la relazione tra lo stato socioeconomico e i fattori che potrebbero influenzare la durata della vita, come le malattie cardiache.

Anche se il diabete di tipo 2 è una condizione grave, scelte di vita sane possono avere un impatto positivo sulla gestione, aggiunge il professor Wild. “Il nostro studio suggerisce che per migliorare la speranza di vita, dobbiamo incoraggiare la prevenzione e la gestione del diabete di tipo 2 in tutta la società”, dice Sarah Wild.



Annunci