Complicanze varie/eventuali

Domanda di insulina più alta nei bambini, giovani con diabete di tipo 1 e asma

I bambini e giovani con diabete di tipo 1 e asma concomitanti hanno maggiori probabilità di richiedere una dose di insulina parecchio elevata, raggiungere una minore altezza e avere un IMC più elevato rispetto ai soggetti con diabete di tipo 1 senza asma, secondo i risultati pubblicati su Pediatric Diabetes.

DAMMI RETTA ADOTTA UNA PROVETTA: SOSTIENI LA RICERCA PER LA CURA DEL DIABETE TIPO 1

In uno studio prospettico di coorte osservazionale sui bambini in Germania e Austria, i ricercatori hanno anche scoperto che la prevalenza d’asma nei bambini con diabete di tipo 1 era inferiore rispetto alla popolazione generale (3,4% vs 4,7%), in contrasto con i risultati degli studi condotti negli Stati Uniti, dove c’è una maggiore prevalenza d’asma negli adolescenti con diabete di tipo 1 rispetto alla popolazione generale (10,8% vs 8,7%).

“Essere sovrappeso è un presunto fattore di rischio per lo sviluppo dell’asma”, hanno dichiarato Birgit Rami-Merhar, MD, PhD, MBA, del dipartimento di pediatria e medicina adolescenziale alla Medical University di Vienna. “Suggeriamo come questo potrebbe essere un fattore che influenza, contribuendo a una maggiore prevalenza di asma anche negli individui giovani con diabete di tipo 1 negli Stati Uniti. Ancor più, è stato postulato che il sovrappeso / l’obesità sia una condizione infiammatoria o almeno pro-infiammatoria e questa potrebbe promuovere l’asma esistente, anche se questa ipotesi è ancora controversa “.

Rami-Merhar e colleghi hanno analizzato i dati di 51.926 bambini con diabete di tipo 1 dal database DPV tedesco / austriaco fino a settembre 2011. I ricercatori hanno analizzato i record elettronici dei pazienti per la diagnosi concomitante di asma e per specifici farmaci nel trattamento della stessa; l’asma era valutata se uno o entrambi i fattori erano presenti per paziente. Ricercatori hanno valutato anche HbA1c, tipo di terapia insulinica (convenzionale, terapia intensiva o con pompa), e punteggi per grave incidenza ipoglicemia, BMI e BMI z.

All’interno della coorte, 1.755 (3,4%) avevano sia l’asma che il diabete di tipo 1. I pazienti con entrambe le condizioni erano in prevalenza maschi (61% vs 52%), più grandi d’età e con una durata del diabete più lunga, inoltre facevano maggior uso della terapia con pompa insulinica rispetto a un regime convenzionale di insulina, secondo i ricercatori.

I pazienti con asma necessitavano di dosi di insulina più elevate (media, 0,88 U / kg vs 0,84 U / kg; P < .01), avevano un punteggio di deviazione standard di altezza inferiore (media, -0,002 vs. 0,085; P < .01) e un punteggio di deviazione standard più alto del BMI (media, 0,31 vs. 0,028; P = 0,04).

Non ci sono state differenze tra i gruppi per HbA1c, ma i pazienti con diabete di tipo 1 e asma hanno presentato ipoglicemia più grave rispetto ai pazienti senza asma (45 vs 3,2 eventi per 100 pazienti-anno; P <.01).

“Questa maggiore domanda di insulina potrebbe essere dovuta a stress fisico aggiuntivo, minore attività fisica e, quindi, una resistenza all’insulina leggermente più alta, indotta da infiammazione associata all’asma e / o farmaci concomitanti, prima fra tutti i corticosteroidi”, hanno scritto i ricercatori.

Il sessantadue percento dei pazienti con asma erano trattati con farmaci specifici: il 28% (n = 495 pazienti) avevano prescritti inalatori corticosteroidi e il 24% (n = 425) in minor numero farmaci simpaticomimetici, il 6% (n = 104) e  antagonisti del recettore dei leucotrieni  il 4% (n = 72). I ricercatori hanno scoperto che i pazienti che avevano prescritti farmaci simpaticomimetici riportavano una HbA1c media più alto (8,42%) rispetto a quelli con inalatori corticosteroidi (8,18%) e antagonisti dei recettori dei leucotrieni (7,97%).