Terapie

Come ti miglioro la qualità della vita negli anziani con Diabete Tipo 2

Un programma basato sulla comunità migliora la qualità della vita e l’autogestione negli anziani con diabete mellito di tipo 2 (T2DM) e comorbilità, secondo uno studio pubblicato online il 27 novembre sul Journal of American Geriatrics Society .

DAMMI RETTA ADOTTA UNA PROVETTA: SOSTIENI LA RICERCA PER LA CURA DEL DIABETE TIPO 1

Pubblicità e progresso

Maureen Markle-Reid, RN, Ph.D., dalla McMaster University di Hamilton, in Canada, e colleghi hanno confrontato l’effetto  di un intervento in autogestione di sei mesi (comprese le visite a domicilio e coordinamento della cura) tra 159 residenti in comunità di  anziani (>65) con T2DM e una media di otto comorbidità.
I ricercatori hanno scoperto che l’intervento di gruppo fa la differenza  e favoriva misurazioni multiple dei risultati, tra cui il riassunto delle componenti mentali (P = 0.03), riassunto delle attività di cura del diabete (P = 0.01) e centro per la scala di depressione degli studi epidemiologici (P = 0.03 ). Tuttavia, non sono state riscontrate differenze di gruppo nel punteggio di riepilogo dei componenti fisici, ansia, autoefficacia o costi totali dell’assistenza sanitaria.
“La partecipazione a un intervento di 6 mesi basato sulla comunità ha migliorato la qualità della vita e l’autogestione e ridotto i sintomi depressivi negli anziani con T2DM e comorbilità senza aumentare i costi totali dell’assistenza sanitaria “, scrivono gli autori.



Categorie:Terapie

Con tag:,