Mangiare

Lo studio delle app per smartphone rivela che l’uso delle etichette porta a scelte alimentari più sane

La ricerca tramite apposita app per smartphone ha trovato che le persone acquistano cibi più sani se usano le etichette alimentari.

DAMMI RETTA ADOTTA UNA PROVETTA: SOSTIENI LA RICERCA PER LA CURA DEL DIABETE TIPO 1

Nella ricerca appena pubblicata su Apetite, “Le etichette nutrizionali influenzano le scelte alimentari più sane? L’analisi del comportamento nella visualizzazione delle etichette e i successivi acquisti di cibo in un processo di etichettatura”, gli alimenti acquistati dagli acquirenti dopo aver visto l’etichetta erano circa del  13% più sani degli alimenti in cui venivano visualizzate le etichette ma il cibo non è stato quindi acquistato.

L’autrice principale, la professoressa Cliona Ni Mhurchu, del National Institute for Health Innovation dell’Università di Auckland, afferma; “C’e un’associazione significativa tra l’uso delle etichette e la salubrità dei prodotti acquistati, l’uso di etichette nutrizionali potrebbe quindi portare ad acquisti alimentari più sani”.

Lo studio denominato Starlight, ha controllato in modo randomizzato per quattro settimane e studiato gli effetti di tre diversi tipi di etichette nutrizionali sugli acquisti di alimenti di consumo: etichette a semaforo, etichette di classificazione a stella o pannelli di informazioni nutrizionali.

Tra ottobre 2014 e novembre 2015, nello studio sono stati arruolati 1.357 famiglie e gruppi d’acquisto in Nuova Zelanda che possedevano smartphone (iOS o Android) di età pari o superiore ai 18 anni.

Ai partecipanti sono stati assegnati in modo casuale ad analizzare i dati dalle etichette a semaforo (TLL), etichette Health Star Rating (HSR) o un’etichetta di controllo non interpretativa (Nutrition Information Panel (NIP)) tramite un app installata sullo smartphone.

La tecnologia smartphone ha consentito ai partecipanti di scansionare i codici a barre di alimenti confezionati con le fotocamere del loro telefono e ricevere etichette allocate casualmente sullo schermo per registrare gli acquisti di cibo.

L’app di studio ha fornito dati oggettivamente registrati sul comportamento di visualizzazione delle etichette e sugli acquisti di cibo nel corso di un periodo di quattro settimane.

Nel corso delle quattro settimane di durata dello studio, i partecipanti hanno visualizzato le etichette nutrizionali e / o acquistato 66.915 prodotti confezionati con codice a barre. Le etichette sono state visualizzate per il 23% di tutti i prodotti acquistati.

I clienti erano più propensi a visualizzare le etichette per cibi pronti, cereali, snack e pane. Erano meno inclini a visualizzare le etichette per alimenti che sono generalmente facilmente riconosciuti come non salutari (ad es. zucchero e prodotti a base di miele) o salutari (ad es. pesce, frutta e verdura).

Gli studi precedenti erano limitati a un numero ristretto di categorie di alimenti specifici o combinavano tutti i dati relativi alla tipologia di alimenti.

“Quindi la nostra analisi ha esteso il campo esaminando e riportando sull’uso dell’etichetta da parte del gruppo alimentare e studiando l’associazione tra l’uso dell’etichetta e la salubrità dei prodotti successivamente acquistati dagli acquirenti”.

I prodotti in cui i partecipanti hanno visualizzato l’etichetta e acquistato sono risultati significativamente più sani rispetto a quelli in cui sono state visualizzate le etichette, ma il prodotto non è stato acquistato.



Categorie:Mangiare

Con tag:,