Vivo col Diabete

Buona continuazione

La vita è un insieme di attimi, situazioni, emozioni, sentimenti, condizioni e stati d’animo, conflitti, riconciliazioni, successi, insuccessi. Ed oggi primo giorno di un nuovo anno, secondo il calendario cristiano e commerciale, cosa rappresenta?

DAMMI RETTA ADOTTA UNA PROVETTA: SOSTIENI LA RICERCA PER LA CURA DEL DIABETE TIPO 1

Pubblicità e progresso

Per la stragrande maggioranza di noi auspica cose buone, una speranza sempre accesa, in qualcosa di migliore rispetto all’anno lasciato alle spalle. Un anno per quelli che hanno lascia vedere e sentire, percepire la vita in modo diverso da coloro che non hanno.

Tutto questo è resta una cifra, un numero per ricavare dalla nostra esistenza e affari, dalla gestione burocratica del tempo un punto di calcolo, di riferimento cui poggiare e andare avanti facendo la media, il calcolo delle probabilità, rischi e valutazioni.

2017 2018, anni passati e a venire: tutto questo è continuazione nel contesto delle energie mentali e fisiche presenti per tenere sempre accesa la forza di volontà, volta a far di più e meglio per noi stessi e per le persone cui vogliamo bene.

Ecco allora che un buon anno 2018 sia per tutti noi: diabetici di ogni età e famiglie, per tutti gli operatori sanitari che hanno in carico la cura della nostra malattia, e per quanti fanno informazione in tale ambito, sia nei media tradizionale come in rete e sui social, perché anche questo aspetto della vita con la patologia è importante, e disseminare titoli improbabili, esagerati non solo fa male al malato ma alla stessa categoria dei giornalisti.

Infine per noi diabetici cosa desiderare per il nuovo anno? Premesso che tra tipi e sottotipi, caratterizzazioni individuali per età, sesso, estrazione sociale e culturale, educazione ed etnia siamo una zibaldone composto da terapie e condizioni diverse, l’unica elemento che ci accomuna veramente è dato dalla continuità nell’impegno della ricerca, in campo scientifico e biomedicale, per cure migliori e volte a scongiurare gli effetti critici delle complicanze cardiovascolari e di altri importanti parti del nostro organismo.

Più ricerca nel 2018 è più sostegno da parte nostra.

Buon anno!



Categorie:Vivo col Diabete

Con tag:,