Terapie

Statine per prevenire il tessuto cicatriziale negli occhi?

Secondo uno studio finlandese, la somministrazione di statine sembra ridurre il rischio di ripetuti interventi chirurgici nei pazienti sottoposti a vitrectomia per trattare il distacco della retina. I ricercatori ritengono che le statine potrebbero impedire la formazione di tessuto cicatriziale all’interno dell’occhio.

Condotto presso l’Ospedale universitario di Helsinki, lo studio di coorte basato sulla popolazione si basa su un vasto archivio di dati registrati di pazienti finlandesi sottoposti a chirurgia oculare vitreoretinica. Lo studio ha esaminato interventi chirurgici rinnovati agli occhi tra 5.709 pazienti che sono stati ricoverati in ospedale per un intervento chirurgico vitreoretinico tra il 2008-2014. I nuovi risultati indicano che l’uso di farmaci statine al momento dell’intervento era associato a una riduzione del 28% del rischio di intervento chirurgico rinnovato tra i pazienti sottoposti a vitrectomia primaria per il trattamento del distacco di retina .

Tuttavia, la terapia con statine non è risultata associata a un ridotto rischio di un nuovo intervento chirurgico negli altri gruppi di malattia vitreoretinica che coinvolgono la chirurgia retinica, come la formazione maculare legata all’età, o vitrectomie eseguite per trattare la retinopatia diabetica.



“Sembra che il trattamento con statine sia benefico nel trattamento del distacco di retina, il più grave disturbo retinico comune che può portare alla cecità”, dice il dottor Sirpa Loukovaara della clinica oculistica HUCH, che ha guidato lo studio. “Ciò significa che la somministrazione di statine sistemiche può essere utile non solo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, ma anche in termini di salute degli occhi”.

I ricercatori ritengono che i benefici del trattamento con statine sui pazienti con distacco di retina sia probabilmente dovuto all’effetto del farmaco sulla riduzione dell’infiammazione all’interno dell’occhio che ostacola la formazione di tessuto cicatriziale .

“Il nostro lavoro precedente ha indicato che la quantità di marcatori biochimici correlati alla formazione di tessuto cicatriziale è inferiore nel gel vitreale dei soggetti trattati con statine rispetto al gel vitreo di soggetti di controllo senza statina, e pertanto, abbiamo ritenuto necessario indagare ulteriormente i nostri risultati “, afferma Loukovaara.

Sebbene i risultati siano significativi per l’oftalmologia, non modificheranno direttamente le pratiche di trattamento dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico per il distacco di retina. Fanno, tuttavia, invitare a ulteriori studi.

“Al momento non esiste un trattamento farmacologico sicuro che possa prevenire la formazione di tessuto cicatriziale all’interno dell’occhio, quindi dovremmo studiare i potenziali benefici delle statine in quest’area. E’ possibile che in futuro, i pazienti con distacco di retina pensassero di trarre beneficio dal trattamento ricevendo le statine come impianto o come iniezione all’interno dell’occhio “, dice Loukovaara.

Categorie:Terapie, Vista e dintorni

Con tag:,