Educazione

La terapia occupazionale migliora la salute, la qualità della vita dei giovani adulti con diabete

I nuovi risultati di una ricerca condotta dalla University of Southern California dimostrano il valore distinto della terapia occupazionale per migliorare la salute e la qualità della vita dei giovani adulti affetti da diabete.

I partecipanti alla ricerca che hanno completato il programma Resilient, Empowered, Active Living with Diabetes – un intervento di terapia occupazionale incentrato sulle attività legate allo stile di vita, le abitudini e gli obiettivi dei giovani adulti che gestiscono il diabete – hanno migliorato significativamente i livelli medi di glucosio nel sangue, correlati al diabete qualità della vita e abitudini per il controllo della glicemia.

I risultati della sperimentazione controllata randomizzata condotta dal Principal Investigator Elizabeth Pyatak, un assistente professore presso la USC, la signora TH Chan, divisione di Scienze occupazionali e Terapia occupazionale, sono stati resi disponibili online prima della stampa in Diabetes Care il 19 gennaio.

La pubblicazione è la prima sperimentazione clinica di terapia occupazionale a comparire in qualsiasi letteratura o diario focalizzato sul diabete. Diabetes Care è tra le riviste più rispettate e rigorose sull’argomento, con un punteggio del fattore di impatto 11,9 e un tasso di accettazione del manoscritto del 13%.

Informazioni su REAL Diabetes

Pyatak e i suoi colleghi hanno mirato a testare rigorosamente l’efficacia del programma REAL Diabetes, un intervento basato sull’attività progettato dalla Pyatak per rispondere ai bisogni dei giovani di basso livello socioeconomico o di minoranze razziali/etniche a cui è stato diagnosticato il diabete tipo 1 o 2.

La giovane età adulta pone sfide distinte legate all’accesso all’assistenza sanitaria e gestione efficace delle malattie croniche. Tali sfide sono ulteriormente amplificate da finanze limitate, maggiore stress e maggiori ostacoli all’assistenza di qualità, che sono tutti più comuni tra individui con basso status socioeconomico o sottorappresentati.



Il cuore di REAL Diabetes è un manuale che guida insieme terapista occupazionale e partecipante attraverso sette moduli che comprendono ciascuno degli obiettivi proposti, attività a supporto di tali obiettivi e materiali e risorse educative pertinenti. Gli argomenti del modulo sono: valutazione e definizione degli obiettivi; vivere con il diabete; accesso e advocacy; attività e salute; supporto sociale; emozioni e benessere; e salute a lungo termine.

I partecipanti alla ricerca comprendevano giovani adulti di lingua inglese e spagnola, di età compresa tra 18 e 30 anni e residenti nella contea di Los Angeles, con una diagnosi di diabete e uno status socio-economico basso.

I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a uno dei due gruppi: 41 partecipanti sono stati assegnati a ricevere l’intervento REAL Diabetes con un terapista occupazionale autorizzato per un minimo di 10 ore nel corso di sei mesi, mentre 40 partecipanti sono stati assegnati a un gruppo di controllo che consisteva di una visita iniziale a casa in cui hanno ricevuto un pacchetto di materiale didattico e 11 conversazioni telefoniche di follow-up guidate da una sceneggiatura.

Migliorate emoglobina, qualità della vita, abitudini

I partecipanti che hanno completato il programma REAL Diabetes hanno mostrato miglioramenti significativi nei livelli di emoglobina A1c misurati con il test ematico Alere Afinion HbA1c; nella qualità della vita correlata al diabete misurata dall’audit della qualità della vita dipendente dal diabete; e nella forza delle loro abitudini per l’auto-monitoraggio della glicemia come valutato dall’Indice di Automatizzazione Comportamentale autodichiarato.

Sebbene lo studio non fosse abbastanza grande da valutare statisticamente i meccanismi sottostanti che rendono REAL Diabetes efficace, i ricercatori ipotizzano che con la costruzione di abitudini più sane, un punto centrale della terapia occupazionale nella gestione delle malattie croniche, i partecipanti possano migliorare e sostenere la loro salute e qualità della vita.

“I terapisti occupazionali sono gli esperti di scelta quando si tratta dell’intersezione delle attività quotidiane, dello stile di vita e di una migliore gestione delle malattie croniche”, ha detto Pyatak, che è sia ricercatore che terapista occupazionale. “Lo studio REAL Diabetes convalida i nostri contributi distinti su ogni team di cura del diabete e mostra le vere differenze che la terapia occupazionale può fare nella vita dei 30 milioni di americani che hanno il diabete”.

Categorie:Educazione

Con tag:,