Ricerca

Aiutanti inaspettati nella guarigione delle ferite

Le cellule nervose della pelle aiutano a guarire le ferite. Quando si verifica un infortunio, le cellule note come cellule gliali si trasformano in cellule riparatrici e si diffondono nella ferita, dove aiutano la pelle a rigenerarsi, hanno dimostrato i ricercatori dell’Università di Zurigo.

Un passaggio essenziale nella guarigione della ferita della pelle è la chiusura della stessa, motivo per cui poco dopo una lesione, il sangue coagula la sigilla. Perché l’infortunio sia in grado di guarire in modo permanente, tuttavia, gli strati interessati della pelle devono essere nuovamente formati. Perché ciò accada, si verifica un’interazione complessa, solo parzialmente compresa tra vari tipi di cellule nella nostra pelle. Insieme a un team dell’ETH, Lukas Sommer, professore all’Istituto di Anatomia dell’Università di Zurigo, e il suo gruppo di ricerca sono stati in grado di dimostrare che le cellule nervose periferiche svolgono un ruolo centrale in questo processo di guarigione. Il gruppo di ricerca fa parte di “Skintegrity”, un progetto di punta dell’iniziativa University Medicine Zurich.




Le cellule gliali cambiano la loro identità

Da tempo è stato indicato che per una guarigione ottimale, un tessuto deve essere innervato (cioè fornito con i nervi). La ragione, tuttavia, è rimasta poco chiara. Con l’aiuto di un modello animale, i ricercatori di Skintegrity hanno scoperto che i fasci di nervi sottili cambiano drasticamente se vengono feriti quando si verifica un taglio sulla pelle. Le cellule lungo i fasci di nervi feriti, noti come cellule gliali, cambiano la loro identità originale e vengono riprogrammate in ” cellule di riparazione “”In tal modo perdono il contatto con i fasci nervosi e si diffondono nel letto della ferita.” Lì, distribuiscono un vario cocktail di fattori, che supportano la guarigione della ferita “, spiega Lukas Sommer. Attraverso esperimenti genetici, è stato in grado di dimostrare che tra l’altro, queste cellule di riparazione erano importanti per aiutare la ferita a chiudere mentre supportano la necessaria ricostituzione del derma.

Guarire ferite croniche

Nelle persone anziane o diabetiche, ad esempio, le ferite spesso guariscono lentamente o, in alcuni casi, non lo fanno affatto. Tali ferite croniche di solito causano seri problemi di salute e il trattamento è attualmente insoddisfacente. È interessante notare che i ricercatori di Skintegrity hanno anche trovato riprogrammate le cellule nervose periferiche nelle ferite della pelle umana. “Ora vogliamo lavorare insieme ai medici dell’Ospedale universitario di Zurigo per caratterizzare meglio i fattori di guarigione delle ferite che vengono distribuiti dalle cellule nervose “, afferma Sommer. “Questo potrebbe portare a un trattamento efficace per le ferite croniche in futuro.”

Categorie:Ricerca

Con tag: