Terapie

Molti diabetici più anziani di tipo 2 sono trattati eccessivamente

In una recente analisi pubblicata sulla rivista Diabetes, Obesity & Metabolism gli di individui con più di  70 anni d’età e diabete di tipo 2, quasi il 40% all’interno dei livelli raccomandati di HbA1c (che indicano i valori medi di glucosio nel sangue in un determinato arco di tempo per valutare il compenso glicemico degli stessi) sono stati trattati in modo “eccessivo”.




 La maggior parte delle persone sottoposte a trattamento eccessivo era fragile e assumeva 5 medicinali. L’ipoglicemia si è verificata nel 20,3% di questi pazienti e quasi il 30% ha riportato incidenti per caduta. I ricercatori hanno notato che i medici dovrebbero abbandonare l’approccio “taglia unica” e realizzare i possibili benefici da trattamento de-intensificante nell’abbassamento del glucosio ematico.

“Nei pazienti anziani con diabete di lunga data e in un regime di trattamento complesso, il rapporto rischio-beneficio di una terapia rigorosa per il glucosio nel sangue è in dubbio. I medici, devono seguire le linee guida e il coraggio di de-intensificare la terapia farmacologica per abbassare la glicemia in una decisione condivisa con il paziente più anziano diabetico “, ha detto l’autore principale Dr. Huberta Hart, dell’University Medical Center di Utrecht, nei Paesi Bassi.

Pubblicità e progresso

Categorie:Terapie

Con tag:,