Tecno

Un nuovo biosensore potrebbe monitorare i livelli di glucosio in lacrime e sudore

Monitorare costantemente i livelli di glucosio di una persona attraverso le lacrime o il sudore potrebbe essere un passo avanti per fornire alle persone con diabete uno strumento di monitoraggio migliore. I ricercatori riportano nella rivista ACS Nano lo sviluppo di un sensore ultrasottile e flessibile che può essere incorporato nelle lenti a contatto o sul dorso degli orologi per il monitoraggio della glicemia in tempo reale.



I sensori indossabili fanno parte di un mondo sempre più digitalizzato. Ma quelli che sono disponibili in commercio in genere controllano le attività fisiche misurando l’attività, ad esempio, o la frequenza cardiaca. La creazione di metodi per misurare i marcatori della salute a livello molecolare è molto più difficile, ma i benefici potrebbero cambiare la vita per alcuni. Le condizioni di diagnosi e localizzazione vengono spesso eseguite analizzando un campione di sangue di qualcuno. Il dolore della puntura delle dita o il prelievo di sangue, tuttavia, può scoraggiare le persone da condizioni di monitoraggio vigili come il diabete che richiedono controlli regolari. Per escludere tale processo, i sensori di glucosio indossabili sono in via di sviluppo ma sono ostacolati da diversi fattori. Alcuni dispositivi non sono in grado di rilevare i bassi livelli di glucosio che si trovano nel sudore e nelle lacrime o smettono di funzionare quando sono piegati. Moh Amer,

I ricercatori hanno creato un biosensore utilizzando nanonastri di ossido di indio, un enzima glucosio ossidasi, un film naturale di chitosano e nanotubi di carbonio a parete singola. Quando il glucosio è presente in un campione di prova, interagisce con l’enzima, scatenando una catena corta di reazioni e alla fine crea un segnale elettrico. I test hanno dimostrato che il dispositivo è in grado di rilevare un intervallo di concentrazioni di glucosio da 10 nanomolari a 1 millimolare, che è abbastanza sensibile da coprire i livelli tipici di glucosio nel sudore, nella saliva e nelle lacrime nelle persone con e senza diabete. Piegare il film 100 volte non ha influenzato sensibilmente le sue prestazioni. Oltre al tracciamento del glucosio, i ricercatori suggeriscono che il sensore potrebbe essere utilizzato anche per il monitoraggio nei settori alimentare e ambientale.

Categorie:Tecno

Con tag: