Sport e movimento

Gli integratori aiutano veramente nell’allenamento o nella dieta?

Apple full of medicines

L’inizio anno è un momento per fissare nuovi obiettivi, e per molte persone questo significa perdere peso e migliorare la forma fisica. Sebbene questi obiettivi siano meglio soddisfatti con una dieta nutriente e un’attività fisica regolare, diverse persone si  rivolgono a integratori alimentari per dare una spinta alla loro routine. Per contribuire a ridurre la confusione, l’Office of Dietary Supplements (ODS) presso il National Institutes of Health ha due nuove risorse nell’aiutare le persone a capire ciò che è noto circa l’efficacia e la sicurezza di molti ingredienti presenti negli integratori alimentari promossi per il fitness e la perdita di peso.

Supplementi dietetici per l’esercizio e le prestazioni atletiche, copre prodotti – a volte chiamati aiuti ergogenici – che pretendono di migliorare la forza o la resistenza, aumentare l’efficienza dell’esercizio, raggiungere un obiettivo di prestazione più rapidamente e aumentare la tolleranza per un allenamento più intenso.



“Gli integratori alimentari commercializzati per l’esercizio e le prestazioni atletiche non possono sostituire un’alimentazione sana, ma alcuni potrebbero avere un valore per determinati tipi di attività”, ha affermato Paul M. Coates, Ph.D., direttore dell’ODS. “Gli altri non sembrano funzionare, e alcuni potrebbero persino essere dannosi”.

Questa scheda informativa copre più di 20 ingredienti trovati negli integratori fitness, tra cui antiossidanti, barbabietola rossa, amarena, aminoacidi a catena ramificata, caffeina, creatina e proteine. Creatina, per esempio, potrebbe aiutare nelle brevi raffiche di attività ad alta intensità come sprint o il sollevamento pesi, ma non per gli sforzi di resistenza come corsa sulla lunga distanza o il nuoto. Tuttavia, gli antiossidanti come le vitamine C ed E non sembrano migliorare alcun tipo di attività fisica, sebbene siano necessari in piccole quantità per la salute generale.

Più dei due terzi degli adulti negli Stati Uniti sono sovrappeso o obesi e molti stanno cercando di perdere quei chili in più. I supplementi dietetici per perdita di peso sono massicciamente presenti e in modo confuso sul mercato, un guida informativa è quanto mai necessaria.

“Gli americani spendono oltre $ 2 miliardi l’anno per gli integratori alimentari promossi per la perdita di peso , ma non ci sono poche prove che effettivamente funzionano”, ha detto Anne L. Thurn, Ph.D., direttore del Programma ODS Communications. “E le persone potrebbero non sapere che molti produttori di integratori per la perdita di peso non conducono studi sugli esseri umani per scoprire se il loro prodotto funziona ed è sicuro.”

Questa scheda informativa copre 24 ingredienti trovati in questi prodotti, tra cui mango africano, beta-glucani, cromo, garcinia, tè verde, hoodia e lampone chetoni. Il cromo, ad esempio, potrebbe aiutarti a perdere una piccola quantità di peso e grasso corporeo, ed è sicuro, ma i chetoni del lampone non sono stati studiati abbastanza per sapere se sono sicuri o efficaci. E mentre si beve il tè verde questo è sicuro, l’assunzione di pillole di estratto di tè verde è stata collegata a danni al fegato in alcune persone.

Entrambe le schede sono disponibili in una versione professionale per la salute che è dettagliata e completamente referenziata, così come le versioni consumer in inglese e spagnolo. In effetti, la maggior parte dei fogli informativi ODS sugli ingredienti integratori alimentari sono disponibili in questi formati multipli.

“Incoraggiamo le persone a parlare con i loro operatori sanitari per ottenere consigli sugli integratori alimentari e visitare il sito Web ODS per apprendere informazioni preziose su questi prodotti”, ha affermato Coates. “Le persone possono anche iscriversi alla mailing list ODS per essere avvisati quando aggiungiamo nuove informazioni al nostro sito web.

Categorie:Sport e movimento

Con tag: