Complicanze varie/eventuali

Le malattie infettive aumentano il rischio di mortalità nel diabete

Gli adulti con diabete hanno maggiori probabilità di morire di malattie infettive, come la sepsi o la polmonite, rispetto ai pazienti senza diabete, anche dopo aver considerato altre comorbidità, secondo i risultati pubblicati su Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases.

“L’eccesso di rischio di morte per malattie infettive in pazienti con diabete può essere multifattoriale” , hanno scritto Giacomo Zoppini, MD, dell’Università di Verona, Italia, e colleghi nel background dello studio. “Un ruolo importante è giocato dalla presenza di microangiopatia e insufficienza renale. L’altro fattore importante è l’iperglicemia. L’iperglicemia al momento del ricovero ha dimostrato di aumentare il rischio di mortalità correlata alla polmonite.”



Zoppini e colleghi hanno analizzato i dati delle cartelle cliniche elettroniche di 185.341 adulti di età compresa tra 30 e 89 anni provenienti dal Veneto dalla e Nord Italia che hanno ricevuto un’esenzione dal pagamento per il diabete nel gennaio 2010. I ricercatori hanno collegato i dati dei pazienti all’archivio delle cause di morte nel periodo 2010 2015. I ricercatori hanno valutato l’effetto delle infezioni sul rischio di mortalità nei pazienti con diabete utilizzando la sottostante causa di morte, oltre a molteplici cause di analisi del decesso, per stimare il carico di mortalità derivante da cause correlate all’infezione.

Alla fine del follow-up, sono morti 36.382 pazienti (24,7%), con la principale causa di morte attribuita a malattie cardiovascolari .

I ricercatori hanno osservato un aumento del rischio di morte per 40 cause correlate all’infezione, con un rapporto di mortalità standardizzato (SMR) di 1,83 (IC 95%, 1,71-1,94). Quando si valutavano infezioni specifiche, l’SMR per la morte da setticemia era 1.91 (IC 95%, 1.76-2.06) e l’SMR per morte da polmonite era 1.47 (IC 95%, 1.36-1.59).

“Vale la pena notare che i più alti SMR, con un duplice aumento del rischio di mortalità rispetto alla popolazione generale, sono stati osservati per la sepsi e per alcune già note cause di morte nei soggetti diabetici: malattie cardiache ischemiche , fegato e cancro pancreatico e malattie epatiche croniche “, hanno scritto i ricercatori.

I ricercatori hanno anche osservato che le infezioni possono essere in gran parte sottovalutate come cause di morte. Dal 2013 al 2015, le malattie infettive sono state selezionate come causa di morte sottostante nel 6% dei decessi complessivi, mentre sono state menzionate nel 20,6% di tutti i certificati di morte in pazienti con diabete. Inoltre, il rischio persisteva dopo l’aggiustamento per le comorbidità.

“Il nostro studio potrebbe avere importanti implicazioni cliniche, poiché suggerisce che le malattie infettive aumentano notevolmente il rischio di prognosi peggiore nei pazienti affetti da diabete”, hanno scritto i ricercatori. “Anche se il rischio assoluto basato sulla sottostante causa di morte è piuttosto ridotto, è opportuno sottolineare che l’impatto reale delle malattie infettive sulla mortalità può essere ampiamente sottostimato, poiché l’uso di più cause di analisi della morte lo sembra indicare. “