Counseling/consulenze

I bambini con malattie croniche mostrano spesso segni di problemi di salute mentale

I bambini mostrano comunemente segni di un disturbo mentale subito dopo aver ricevuto una diagnosi che riguarda una condizione fisica cronica, secondo uno studio recente pubblicato in BMJ Open.

I ricercatori dell’Università di Waterloo hanno esaminato i bambini di età compresa tra i 6 ei 16 anni e tutti entro un mese dalla diagnosi di asma, allergia alimentare, epilessia, diabete o artrite giovanile. Secondo le risposte dei genitori a un’intervista standardizzata, il 58% dei bambini è risultato positivo per almeno un disturbo mentale . Questo è il primo studio nel suo genere che ha reclutato bambini con condizioni diverse, e così presto dopo la diagnosi.



“Questi risultati mostrano che il rischio di disturbi mentali è relativamente lo stesso tra i bambini con diverse condizioni fisiche”, ha dichiarato Mark Ferro, professore presso la School of Public Health and Health Systems di Waterloo e Canada Research Chair in Youth Mental Health. “A prescindere dalla loro condizione, i bambini con problemi di salute fisica e mentale subiscono un significativo declino della loro qualità nei primi sei mesi dopo aver ricevuto la loro diagnosi, indicando la necessità di supporto da parte dei servizi di salute mentale nella fase iniziale”.

Sei mesi dopo la diagnosi, il numero di bambini che mostravano segni di un disturbo mentale è sceso leggermente al 42%. I disturbi d’ansia erano più comuni, tra cui ansia da separazione, ansia generalizzata e fobie.

“È possibile che il numero sia più alto molto presto perché c’è una certa incertezza attorno alla prognosi, o domande senza risposta sulla gestione e sul trattamento”, ha detto Alexandra Butler, una studentessa laureata alla Waterloo e autrice principale dellelaborato. “È importante non solo identificare i bambini a rischio in anticipo, ma anche avere risorse per sostenerli”.

I ricercatori hanno scoperto che l’età e il sesso non hanno avuto alcun impatto sui risultati. Un sottoinsieme di bambini si è auto-riferito sulla propria salute mentale. Dove il 58% dei genitori ha riferito che i loro bambini presentavano segni di un problema di salute mentale , solo il 18% dei bambini lo riportava. Questo risultato parla della necessità per gli operatori sanitari di ottenere più informazioni al momento di valutare i bambini sotto il profilo della salute mentale.