Terapie

La bevanda chetonica può aiutare i diabetici tipo 2 ad abbassare lo zucchero nel sangue

Per la prima volta è stato dimostrato che bere un integratore chetonico può abbassare i livelli dello zucchero nel sangue, presentandosi come un potenziale futuro metodo per controllare i picchi di zucchero nel sangue vissuti dai diabetici.

Il diabete di tipo 2 e l’obesità hanno raggiunto proporzioni epidemiche negli ultimi decenni. Queste condizioni sono associate ad alti livelli di zucchero nel sangue, che possono danneggiare i vasi che forniscono sangue agli organi vitali e possono anche aumentare il rischio di malattie cardiache e ictus.

Sebbene studi precedenti abbiano dimostrato che l’infusione di chetoni nel sangue può ridurre i livelli di zucchero nel sangue, questo studio, pubblicato sul Journal of Physiology, ha dimostrato che un integratore di estere chetone può anche abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Ricercatori dell’Università della British Columbia e dell’Università di Oxford hanno dimostrato che una singola bevanda di estere chetone consente un migliore controllo della glicemia riducendo i picchi nei livelli di zucchero.




Venti individui sani hanno partecipato allo studio e in due occasioni hanno assunto l’integratore chetone monoest o un placebo dopo un digiuno di 10 ore. Trenta minuti dopo hanno consumato una bevanda contenente 75 grammi di zucchero (cioè un test standard di tolleranza al glucosio orale). Campioni di sangue sono stati raccolti ogni 15-30 minuti durante l’intero protocollo di 2,5 ore per analisi di glucosio, lipidi e ormoni. Rispetto al placebo, il picco di zucchero nel sangue è stato ridotto il giorno in cui gli individui hanno consumato la bevanda chetonica.

Va notato che questo studio è stato condotto con individui giovani e sani, per ridurre l’influenza confondente di insulino-resistenza, disfunzione beta-cellulare e farmaci, quindi è necessaria più ricerca per sapere se si applicherà a persone con prediabete, diabete di tipo 2 e obesità. Devono essere compresi anche i meccanismi fisiologici alla base del miglioramento del controllo glicemico .

Il professor Jonathan Little, del campus Okanagan della University of British Columbia, faceva parte del gruppo di ricerca e ha detto:

“Il nostro studio è stato svolto in giovani partecipanti sani, ma se le stesse risposte sono state osservate in persone con diabete di tipo 2, è possibile che un integratore chetone monoestere possa essere utilizzato per abbassare i livelli di glucosio e migliorare la salute metabolica. stiamo lavorando su questi studi al momento.

“I supplementi chetonici non hanno un buon sapore e, al fine di farli accettare ai partecipanti, abbiamo dovuto fare una bevanda di controllo che avesse anche un sapore decisamente negativo: è stata una mattinata interessante vedere come i partecipanti avrebbero risposto al gusto dei loro drink!”

Categorie:Terapie

Con tag:,