Batticuore

Pressione: saperne di più

Pubblichiamo oggi questo interessante contributo dedicato all’ipertensione arteriosa, una condizione che investe il 75% dei diabetici e metà della popolazione, una patologia spesso, troppo spesso sottovalutata. Ringrazio l’autore Andrea Mantanera che gestisce e cura un sito dedicato propria all’ipertensione e che consiglio di consultare.

Andrea Mantanera

Secondo le stime riportate dal Ministero della Sanità, soltanto in Italia ci sono milioni di persone che soffrono di ipertensione.

Questo disturbo è particolarmente pericoloso perché è asintomatico, ovvero non si presenta con particolari sintomi, tanto che si stima la metà delle persone colpite non sia nemmeno consapevole di esserlo.

Soffrire di pressione alta comporta un progressivo danneggiamento all’apparato cardio circolatorio ed agli organi ad esso connessi con conseguente aumento del rischio di essere colpiti da infarto ed ictus. In linea generale la pressione sanguigna di ognuno di noi varia durante il corso della giornata, ed è correlata alle attività fisiche che compiamo ogni giorno.

Durante gli sforzi o attività sportive, ad esempio, il cuore pomperà più sangue, per questo motivo la pressione sanguigna sarà più alta.

Quando dobbiamo preoccuparci?

Valori alti di pressione arteriosa in condizioni di riposo/rilassamento, possono essere dei campanelli di allarme che indicano qualche problema circolatorio.

Un comitato internazionale ha stabilito che i valori da registrarsi affinchè la pressione venga considerata “alta” sono di 140 mmHg per la massima e 90 mmHg per la minima.

Come si può prevenire l’ipertensione?

In alcuni casi l’ipertensione trova la sua ragion d’essere in cause legate a particolari patologie pregresse o ereditarie.

La maggior parte delle persone, invece, finisce per soffrire di tale disturbo a causa di una condotta di vita poco sana.

La prevenzione, infatti, comincia sulle nostre tavole, privilegiando una dieta equilibrata alla larga dai cibi industrializzati e dai fast-food. Un’altra accortezza da adottare per mantenere sotto controllo la pressione è quella di dosare la quantità di sale che si utilizza. La dose giornaliera consigliata per un individuo adulto è di 5gm al giorno, pari ad un cucchiaino da caffè.

Da evitare in toto alcol e fumo. Queste due pessime abitudini sono dannose sotto molteplici punti di vista, motivo per cui, abbandonarle, comporta un generale miglioramento del benessere dell’individuo.

Praticare attività sportiva, anche leggera, migliora di molto la nostra salute ed aiuta a regolarizzare la pressione sanguigna. Lo sport, inoltre, aiuta a combattere il peso in eccesso, altro fattore di rischio di ipertensione.

Uno strumento che si è rivelato molto utile nella lotta all’ipertensione è lo Sfigmomanometro. Questo apparecchio è noto ai più come la comune “macchinetta della pressione” ed è in grado di misurare in pochi minuti i valori di pressione arteriosa di un individuo. Grazie all’innovazione tecnologica si è trasformato da analogico a digitale ed è oggi disponibile in commercio a prezzi accessibili a tutti. Per una guida ai diversi modelli e recensioni si può fare riferimento al sito www.sfigmomanometro.info .

Perchè è così utile lo Sfigmomanometro?

Leggere con costanza la propria pressione permette di monitorarne l’andamento nel tempo, ed accorgersi immediatamente se qualcosa non va, scongiurando eventi peggiori.

La procedura per misurarsi la pressione è tanto semplice che chiunque può eseguirla da casa propria schiacciando un paio di bottoni. Ciò ha comportato un notevole risparmio di tempo (non era più necessario andare in studio dal proprio medico per la misurazione) ed ha contrastato anche l’effetto “camice bianco”, ovvero quel piccolo stato di ansia che a volte può insorgere in una persona in presenza di un dottore, capace di alterare anche sensibilmente i dati registrati.

Da qualche tempo sono stati introdotti dei modelli che possiedono persino una connessione senza fili e sono in grado di trasmettere i dati che registrano ad altri dispositivi come Desktop e Smartphone. Ciò significa che in un futuro non troppo lontano i nostri medici avranno a disposizione i dati raccolti da questi apparecchi e diventeranno molto preziosi per avere un quadro completo sulla salute del paziente.

Consigli per effettuare una misurazione:

– Essere rilassati. Effettuare una misurazione quando si è tranquilli, seduti ad un tavolo con il braccio disteso.

– Aver cura di posizionare il manicotto all’altezza del cuore per migliorare la lettura.

– Effettuare più letture. La pressione va misurata di mattina e di sera. Nel corso di una singola sessione ripetete più di una volta la misurazione affinché i dati raccolti siano più attendibili. Se lo volete potete anche cambiare braccio. In quest’ultimo caso, qualora i valori fosse molto diversi tra loro, fate riferimento a quelli più alti.

– Compilare un Diario. È buona abitudine registrare su un diario tutte le misurazioni che effettuate. Così facendo voi, ed il vostro medico, avrete dati preziosi sulla vostra pressione nel tempo. Alcuni modelli di sfigmomanometro sono in grado di memorizzare i dati di misurazione rilevati e registrarli all’interno della proprio memoria.



Categorie:Batticuore

Con tag: