Batticuore

Identificate proteine associate a complicanze diabetiche e aumento della cardiopatia

Le vie della proteina che sono strettamente legate ai cambiamenti nei livelli di trigliceridi e di emoglobina A1c nei pazienti diabetici sono state identificate in una nuova ricerca dall’Intermountain Medical Heart Heart Institute di Salt Lake City.

I risultati di due studi correlati portano nuovo interesse a ulteriori ricerche che aiuteranno gli operatori sanitari a capire i collegamenti e identificare i modi per intervenire prima e prevenire l’insorgenza di malattie cardiache o complicanze diabetiche.

“Capire la biologia di come le proteine ??interagiscono con altre cellule del corpo può migliorare la cura del paziente e aiutare i medici a prevenire eventi catastrofici come infarto, ictus o morte”, ha detto Stacey Knight, PhD, ricercatore presso l’Intermountain Medical Center Heart Institute e autore principale dello studio. “I risultati di questi studi possono aiutare a spiegare i livelli di trigliceridi spesso aumentati che portano a eventi cardiovascolari per i pazienti diabetici”.

I risultati dei due studi sui percorsi proteici sono stati presentati alla Sessione Scientifica dell’American College of Cardiology a Orlando l’11 marzo.

Nei pazienti diabetici, alti livelli di trigliceridi sono associati a malattie cardiache e ictus. Alti livelli di emoglobina A1C sono anche associati a complicazioni aumentate come la retinopatia diabetica.

Per uno degli studi, i ricercatori hanno esaminato 264 pazienti che sono stati arruolati nel FACTOR-64, uno studio clinico progettato per ridurre il rischio nei pazienti diabetici per malattie cardiovascolari. Un SOMAscan è stato utilizzato per determinare i livelli plasmatici di oltre 4.000 proteine.

I ricercatori hanno trovato un’associazione significativa tra le vie della semaforina e del plexina, che sono entrambe risultate collegate alla retinopatia diabetica, una complicazione diabetica in cui alti livelli di glucosio nel sangue danneggiano i vasi sanguigni della retina.

“Abbiamo scoperto che un aumento delle proteine ??in questo percorso può causare un incremento dell’emoglobina A1C o di proteine ??aumentate di A1C nel percorso”, ha affermato il dott. Knight. “Avremo bisogno di esplorare ulteriormente questa associazione per identificare come questi due elementi si influenzano a vicenda.”

Il secondo studio ha esaminato la stessa popolazione di pazienti dello studio FACTOR-64 e ha identificato tre percorsi proteici significativamente associati ai livelli di trigliceridi:

  • Proteina legante il fattore di crescita insulino-simile
  • immunoglobuline
  • fibronectina

Sono necessarie ulteriori ricerche per aiutare i medici a comprendere meglio le relazioni tra i livelli di trigliceridi e questi tre percorsi proteici .

“Questi risultati iniziali ci hanno fatto sospendere per un momento e iniziare a fare ulteriori domande su queste relazioni”, ha detto il dottor Knight. “Speriamo di esplorare ulteriormente questi percorsi per identificare meglio dove possono verificarsi gli interventi per aiutare a ridurre il rischio di eventi cardiovascolari nei pazienti diabetici “.

Categorie:Batticuore

Con tag:,