Ricerca

Lo squilibrio ormonale può spiegare tassi di diabete più alti negli uomini privi di sonno

sonno

Gli studi hanno trovato un’associazione tra il sonno insufficiente e lo sviluppo della resistenza all’insulina, uno dei fattori che causano il diabete di tipo 2, e ora i ricercatori hanno scoperto una ragione biologica per questa relazione, almeno negli uomini: uno squilibrio tra il loro testosterone e cortisolo. I risultati dello studio saranno presentati oggi a ENDO 2018, il 100 ° meeting annuale della Endocrine Society a Chicago, Illinois.

“Il nostro studio del sonno altamente controllato ha dimostrato che anche una notte di riposo limitato può causare insulino-resistenza e che possiamo attenuare questo effetto controllando i livelli di questi due importanti ormoni”, ha detto il ricercatore Peter Y. Liu, MBBS, Ph.D., professore di medicina presso l’Istituto di ricerca biomedica di Los Angeles (LA BioMed) nel centro medico Harbor-UCLA, Torrance, in California.

La resistenza all’insulina si verifica quando il corpo non usa correttamente l’insulina ormonale. Il testosterone è il principale ormone anabolico, o muscolo-costruttivo, mentre il cortisolo – spesso chiamato “ormone dello stress” – aiuta il catabolismo, o abbatte l’energia e le riserve di grasso per l’uso, ha spiegato Liu. Ricerche precedenti mostrano che la perdita di sonno riduce i livelli di testosterone di un uomo e aumenta i livelli di cortisolo.

Liu ei suoi colleghi ricercatori hanno condotto cinque notti di studi sul sonno in 34 uomini sani con un’età media di 33 anni. Hanno controllato ciò che i soggetti mangiavano e quanto dormivano, dando loro 10 ore di sonno la prima notte e limitandoli a quattro ore di dormire le notti rimanenti. Lo studio ha ricevuto finanziamenti dal National Institutes of Health e dal Centro di Ricerca Clinica e Traslazionale di LA BioMed.

In questo studio “crossover”, gli uomini hanno prestato il proprio controllo. In una serie di analisi sul sonno, hanno ricevuto tre farmaci: ketoconazolo, che interrompe la produzione di testosterone e cortisolo da parte del corpo; gel di testosterone; e idrocortisone orale, una forma sintetica di cortisolo. Le dosi di testosterone e idrocortisone erano nella gamma media dei livelli che il corpo normalmente produce, secondo Liu. Questo braccio dello studio è stato chiamato a doppio “morsetto” perché ha fermato la produzione del corpo di questi due ormoni e poi ha dato loro una quantità fissa di ormoni, bloccando così i livelli in un normale equilibrio ormonale, ha detto.

In un’altra serie di esperimenti, gli uomini hanno ricevuto placebo inattivi che corrispondono ai farmaci. L’ordine di quando hanno ricevuto la pinza e il placebo è stato casuale, con un intervallo di due settimane tra le condizioni dello studio. La mattina dopo la prima e l’ultima notte di ciascuna parte dello studio, tutti gli uomini hanno preso il test di tolleranza al glucosio orale, in cui hanno dato campioni di sangue durante il digiuno e di nuovo dopo aver bevuto una bevanda zuccherata. Questo risultato del test ha permesso ai ricercatori di calcolare la resistenza all’insulina di ogni uomo usando misure standard, incluso l’indice Matsuda.

Dopo la restrizione del sonno, questo indice mostrava una maggiore insulino-resistenza sia con il morsetto che con il placebo. Tuttavia, Liu ha detto che questo aumento è stato significativamente attenuato, o meno grave, con il doppio morsetto, dimostrando che testosterone e cortisolo riducono gli effetti negativi della prolungata restrizione del sonno sulla resistenza all’insulina.

“Il mantenimento dell’equilibrio ormonale potrebbe prevenire il verificarsi di malattie metaboliche in soggetti che non dormono abbastanza”, ha detto. “Comprendere questi meccanismi ormonali potrebbe portare a nuovi trattamenti o strategie per prevenire la resistenza all’insulina a causa di un sonno insufficiente”.

Categorie:Ricerca

Con tag: