Dai media e web

Il diabete ora colpisce 23 milioni di adulti statunitensi

diabetesnowa (1)L’ultimo riscontro sugli adulti americani affetti da diabete rileva più di 23 milioni di persone che soffrono di problemi di zucchero nel sangue.

Di questi, la grande maggioranza – 21 milioni di casi – sono causati dal diabete di tipo 2, che è spesso legato al sovrappeso o all’obesità, secondo il rapporto dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Altri 1,3 milioni di casi sono attribuiti al diabete di tipo 1, una malattia autoimmune in cui il corpo non riesce a produrre abbastanza insulina ormone di zucchero nel sangue .

Il numero di pazienti diabetici è ora “quasi il 10% dell’intera popolazione [degli adulti]”, ha osservato il dott. Robert Courgi, specialista del diabete presso l’ospedale Southside Health a Bay Shore, NY

“Come previsto, la stragrande maggioranza è con diabete di tipo 2, solitamente causato dall’obesità e trattato con pillole”, ha aggiunto Courgi, che non è stato coinvolto nella nuova relazione.

D’altra parte, “il diabete di tipo 1 provoca una distruzione del pancreas, ed è difficile da diagnosticare e deve essere trattato con insulina”, ha detto Courgi. “Il tipo 1 deve essere riconosciuto rapidamente e trattato in modo appropriato.”

I nuovi numeri CDC sono stati basati su dati del 2016 su oltre 33.000 adulti dal National Interview Survey del governo federale. I ricercatori hanno notato che il sondaggio del 2016 è stato il primo ad aggiungere “domande supplementari per aiutare a distinguere il tipo di diabete”.

Secondo il team, guidato dal ricercatore del CDC Kai McKeever Bullard, alcune popolazioni sembrano essere colpite più duramente dal diabete di tipo 1 o di tipo 2. Ad esempio, i ricercatori hanno detto che “gli adulti bianchi avevano una maggiore prevalenza di diabete di tipo 1 diagnosticato rispetto agli adulti ispanici”, mentre “i neri avevano la più alta prevalenza di diabete di tipo 2 diagnosticato”.

Mentre il diabete di tipo 2 ha colpito circa l’8 per cento degli adulti bianchi, tale numero è salito al 9 per cento degli ispanici e all’11,5 per cento dei neri, secondo il rapporto.

Nel complesso, la prevalenza del diabete è aumentata con l’avanzare dell’età, ma è diminuita con il miglioramento dei livelli di istruzione e reddito.

Ci sono stati anche circa 800.000 casi di altre forme di diabete, come una tipologia “latente” di diabete autoimmune che emerge solo negli adulti, secondo lo studio.

La dott.ssa Caroline Messer è endocrinologa al Lenox Hill Hospital di New York City. Ha detto che il nuovo rapporto è prezioso perché aiuta a “delineare la prevalenza del diabete di tipo 1 rispetto al diabete di tipo 2 negli adulti negli Stati Uniti“.

Messer ha detto che il finanziamento della ricerca per la forma tipo 1 della malattia è stato in qualche modo trascurato, dal momento che molte più persone soffrono di tipo 2.

Ma il rilascio di questi nuovi numeri potrebbe aiutare a cambiarlo.

“Mentre le terapie per il diabete di tipo 2 stanno entrando nel mercato a ritmi incalzanti, si spera che questo rapporto rafforzerà l‘importanza della continua ricerca sui trattamenti del diabete autoimmune di tipo 1 “, ha affermato Messer.

I risultati sono stati pubblicati il ??30 marzo nella rivista CDC Morbidity and Mortality Weekly Report .

Categorie:Dai media e web

Con tag:,,