Batticuore

I tassi di trattamento per il colesterolo pericolosamente alto restano bassi

Meno del 40% delle persone con elevati livelli di colesterolo viene prescritto un trattamento farmacologico appropriato, secondo uno studio rappresentativo a livello nazionale riportato nella rivista Circulation della American Heart Association.

I dati del National Health and Nutrition Survey del 1999-2014 sono stati utilizzati per stimare i tassi di prevalenza di screening, consapevolezza e terapia statine negli Stati Uniti adulti di 20 anni e oltre con livelli di LDL o ” colesterolo cattivo ” di 190 mg / dL molto elevati o più alti. Inoltre, hanno preso in considerazione un sottogruppo di pazienti con ipercolesterolemia familiare, una malattia genetica che causa aumenti estremi di colesterolo portando ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari precoci.

La frequenza dello screening e della consapevolezza del colesterolo era alta (oltre l’80%) tra gli adulti con ipercolesterolemia familiare accertata / probabile e colesterolo gravemente elevato; tuttavia, l’uso di statine per abbassare il colesterolo era basso (38 percento). Di questi, solo il 30 percento dei pazienti con colesterolo assai elevato aveva ricevuto una statina ad alta intensità.

La discrepanza tra lo screening del colesterolo e il trattamento medico è stata più pronunciata nei pazienti più giovani, e senza una normale fonte di assistenza sanitaria.

“I giovani adulti hanno meno probabilità di pensare che siano a rischio di malattie cardiovascolari, e i medici potrebbero avere meno eventualità di iniziare la terapia con statine in questa fascia di popolazione”, ha scritto l’autrice Emily Bucholz, MD, Ph.D., MPH, Dipartimento di Medicina all’ospedale pediatrico di Boston in Massachusetts. “È possibile che le modifiche dello stile di vita continuino a essere prescritte come trattamento iniziale prima di iniziare la terapia con statine”.

Tuttavia, sia il pannello di trattamento per adulti III del 2002 del National Cholesterol Education Program (linee guida ATP-III) che le linee guida del colesterolo American College of Cardiology e American Heart Association raccomandano l’inizio della terapia con statine in pazienti con colesterolo LDL pari o superiore a 190 mg / dL .

“I livelli marcatamente elevati di colesterolo” cattivo “aumentano il rischio di sviluppare malattie cardiache e di svilupparle prima nella vita”, ha detto l’editore capo della rivista Circulation, Joseph A. Hill. “Se il tuo colesterolo” cattivo “è superiore a 190, dovresti collaborare con il medico per quanto riguarda il trattamento farmacologico ottimale, oltre ai cambiamenti dello stile di vita e alla gestione di altri fattori di rischio”.

Gli autori dello studio hanno affermato che sono necessari ulteriori approfondimenti per comprendere meglio come chiudere queste lacune dello screening e trattamento.

Categorie:Batticuore, Terapie

Con tag: