Donne e diabete

Allattamento riduce il rischio di diabete tipo 2 dopo diabete gestazionale

Per le donne con precedente diabete mellito gestazionale (GDM), l’allattamento è associato a un ridotto rischio di diabete mellito di tipo 2 (T2DM), anche se non vi è alcun beneficio per l’allattamento a lungo termine, secondo una revisione e una meta-analisi pubblicata online 25 marzo nel Journal of Diabetes Investigation.

Lijun Feng, della Zhejiang University di Hangzhou, in Cina, e colleghi hanno condotto una revisione sistematica per esaminare l’effetto della lattazione sullo sviluppo del DMT2 nelle donne con GDM precedente. La meta-analisi ha incluso 13 studi di coorte.

I ricercatori hanno scoperto che l’allattamento era significativamente associato a un minor rischio di DMT2 rispetto a nessuna lattazione (rischio relativo, 0,66, intervallo di confidenza al 95% , da 0,48 a 0,90, P <0,001). Questa correlazione era importante sugli studi condotti negli Stati Uniti (rischio relativo, 0,66, intervallo di confidenza del 95%, da 0,43 a 0,99), indipendentemente dal disegno dello studio, dimensioni del campione più piccolo, durata del follow-up superiore a un anno e uso dei dati modificati . Mettendo insieme i dati di tre studi, l’allattamento a lungo termine (più di 1-3 mesi dopo il parto) non era associato al rischio di DMT2 rispetto all’assenza di allattamento (rischio relativo, 0,69, intervallo di confidenza del 95%, da 0,41 a 1,17).

“Questa meta-analisi ha dimostrato che l’allattamento era associato a un minor rischio di DMT2 nelle donne con GDM precedente”, scrivono gli autori. “Inoltre, non è stata rilevata alcuna relazione significativa tra l’allattamento a lungo termine e il rischio di DM2.”