Mangiare

Quasi 1 bambino su 3 in California consuma una bevanda zuccherina al giorno

Circa un terzo dei bambini californiani di età compresa tra 2 e 11 anni beve una o più bevande zuccherine al giorno, secondo uno studio UCLA pubblicato oggi.

Quella percentuale rappresenta un aumento allarmante dal 2009, quando poco più di un quarto dei bambini dello stato consumava uno o più bevande zuccherate al giorno.
Condotta dal Centro UCLA per la ricerca sulle politiche sanitarie e finanziata da The California Endowment, la ricerca ha analizzato i dati del California Health Interview Survey sul consumo di bevande zuccherate tra i bambini californiani dal 2003 al 2014. Le bevande zuccherate comprendono bibite, bevande sportive, energetiche e tè e bevande a base di succo con aggiunta di zuccheri ma non includono bevande dietetiche o succo 100%.
“I numeri che abbiamo osservato sono particolarmente preoccupanti perché mostrano che le riduzioni del consumo osservate in passato si stanno invertendo”, ha affermato la dott.ssa Susan Babey, autrice principale dello studio e condirettore del Programma di ricerca sulle malattie croniche dell’UCLA Center for Health Policy Research. .
Tra il 2003 e il 2009, la percentuale di bambini che consumano almeno una bevanda zuccherata al giorno è diminuita dal 49% al 26%. Tuttavia, dal 2009, la percentuale è salita al 31 per cento. La ricerca conferma che una bevanda zuccherata al giorno può aumentare il rischio di diabete di tipo 2, malattie del fegato, carie e obesità.
Gli autori dello studio si uniscono all’American Medical Association, all’American Heart Association e ad altre organizzazioni sanitarie nazionali , nel raccomandare un minor consumo di bevande zuccherate tra i bambini come mezzo per migliorare la salute pubblica e ridurre il rischio di malattie croniche.
I ricercatori hanno riscontrato disparità nei tassi di consumo di bevande zuccherate da una regione all’altra all’interno dello stato. Quasi il 40% dei bambini nella contea di San Bernardino consuma almeno una bevanda zuccherata al giorno, rispetto a meno del 30% nella più ricca contea di San Diego.
“Questo studio dimostra che i fanciulli stanno ancora bevendo troppo zucchero, per mantenere sani i nostri bambini e scongiurare le malattie croniche e i costi alle stelle, dobbiamo invertire questa tendenza”, ha detto Flojaune Cofer, direttore delle politiche pubbliche degli avvocati della sanità pubblica, un’associazione senza fini di lucro con sede in California, dedicata a indirizzare soluzioni politiche a problemi sanitari emergenti. “Il problema è particolarmente grave tra le comunità a basso reddito, aumentando la necessità per i responsabili politici locali e statali di raddoppiare gli sforzi per proteggere queste realtà “.
Secondo una precedente ricerca di Babey, un giovane adulto su tre in California ha già prediabete, un precursore del diabete di tipo 2 potenzialmente letale.
La ricerca suggerisce che il consumo di bevande zuccherate è influenzato da fattori sociali e ambientali come l’ambiente alimentare e il marketing aggressivo delle industrie delle bevande. L’aumento del consumo tra i bambini californiani suggerisce la necessità di maggiori sforzi politici e formativi, ha detto Cofer.
“I nostri bambini non hanno bisogno di bere qualcosa con zucchero aggiunto”, ha detto. “Ecco perché la continua pressione e il sostegno per le opzioni di bevande standard senza zucchero, insieme a un’etichettatura e pubblicità accurate, sono importanti per creare un ambiente sano per i nostri bambini e possiamo lavorare insieme per garantire loro una vita sana.”
Robert Ross, presidente e CEO di The California Endowment, ha dichiarato: “Il consumo di bevande zuccherate rappresenta una seria minaccia per la salute dei bambini. Il diabete di tipo 2 è prevenibile, quindi è importante che i bambini abbiano accesso a alternative salutari alle bevande e cibo spazzatura”.

Categorie:Mangiare

Con tag:,,