Educazione

L’educazione terapeutica nei diabetici adulti: spesso un miraggio, un m’arrangio e…

L’erba del vicino è sempre più verde o ti lascia al verde?

Riportato dall’edizione odierna del New York Times

Quando da una visita di routine è stato rilevato un livello dello zucchero nel sangue lievemente elevato, il medico di Michael Phillips lo ha indirizzato a un educatore per il diabete. L’educatore lo ha fortemente incoraggiato a iscriversi a una lezione di autogestione del diabete.

Il signor Phillips non ha mai chiesto il costo delle due sessioni di mezza giornata che ha frequentato in una sala conferenze dell’ospedale St. Mary of Athene, in Ga, e non ricorda l’istruttore che lo ha menzionato.

Ma il 64enne analista di banca in pensione è rimasto sbalordito quando ha aperto il conto dopo aver partecipato.

“Cosa, $ 1,044 per un corso?”

Ci sono circa 1,5 milioni di americani con diagnosi recente di diabete di tipo 2, una malattia tipicamente associata ad eccesso di peso e stile di vita sedentario. I programmi di autogestione del diabete insegnano ai pazienti come monitorare i loro zuccheri nel sangue, cosa mangiare e l’importanza dell’esercizio come strategie per ritardare o evitare le gravi complicanze della malattia.

Pazienti come Mr. Phillips, con diabete precoce o lieve, possono spesso modificare le loro abitudini in modo che il loro zucchero nel sangue ritorni alla normalità.

Ma le classi, che prendono di mira una malattia che colpisce 30 milioni di americani, sono anche diventate un generatore di reddito per gli ospedali e un’opportunità per il marketing e il branding.

“Se ottieni 25 partecipanti per classe e che pagano $ 500 ciascuno, puoi guadagnare un sacco di soldi”, ha detto Gerard Anderson, professore di politica sanitaria e management presso la Johns Hopkins University Bloomberg School of Public Health. Un ulteriore incentivo è che le classi portano “le persone nell’ospedale e la fidelizzazione verso la struttura aumenta”.

La classe del signor Phillips contava circa una dozzina di studenti e e la lezione includeva pranzo, parcheggio e un campione di Glucerna, una bevanda nutrizionale formulata per i diabetici. L’istruttore ha notato che l’ospedale St. Mary’s gestisce una palestra alla quale i partecipanti potrebbero iscriversi a pagamento.

Il diabete è tra le più costose delle condizioni mediche. L’American Diabetes Association stima che le spese mediche medie per le persone con diagnosi di diabete sono 2,3 volte più alte di quelli senza.

I corsi, dicono gli esperti, sono un’opportunità per frenare parte di quella spesa. Quando i ricercatori della Harvard Law School hanno pubblicato i numeri nel 2015, hanno rilevato un risparmio stimato di $ 1,309 su tre anni per ogni paziente Medicare Advantage che ha completato un programma di istruzione.

Ma per molti pazienti, il costo delle lezioni può diventare una barriera per partecipare effettivamente o lasciarli con fatture impreviste.

Alla fine tra mediazioni con l’assicurazione sanitaria, privata come il sistema sanitario USA del resto, signor Phillips ha pagato per l’intero $ 626.

Il signor Phillips, che è andato in pensione anticipata dal suo lavoro nel 2005 per prendersi cura dei suoi anziani genitori, ha detto che probabilmente non avrebbe partecipato se avesse saputo il prezzo. Si aspettava che il corso costasse circa $ 50, notando che aveva già pagato $ 120 per una sessione individuale con uno degli educatori del diabete certificati dell’ospedale, o CDE.

Medicare, la mutua pubblica fatta da Obama per i poveri e non abbienti, stabilisce un rimborso medio di $ 356 per un intero corso di gruppo di nove ore, con la quota del beneficiario di tale importo stimato in $ 71.

Categorie:Educazione

Con tag:,