Batticuore

Un’aumentata attività nervosa può aumentare la pressione sanguigna in ansia

L’attività del nervo simpatico nei vasi sanguigni del muscolo scheletrico – una funzione del sistema nervoso che aiuta a regolare la pressione sanguigna – aumenta durante lo stress fisiologico e mentale nelle persone con ansia cronica, un nuovo studio lo evidenzia. Col passare del tempo, questa risposta potrebbe aumentare il rischio di ipertensione e malattie cardiache, sebbene lo studio non lo abbia testato specificamente. Lo studio, pubblicato prima della stampa sul Journal of Neurofisiology, è stato scelto come articolo di selezione APS per maggio.

I ricercatori dell’Università dello Iowa hanno studiato le risposte di due gruppi di volontari dopo aver sperimentato fattori di stress psicologico e mentale. Un gruppo di persone soffriva di ansia cronica determinata da scale standardizzate utilizzate per misurare l’ansia e la depressione. Il gruppo di controllo non aveva ansia. Il gruppo di ricerca ha posto le mani dei volontari in un lavandino pieno di acqua ghiacciata per due minuti per valutare le loro risposte allo stress fisiologico. Dopo un breve periodo di recupero, i partecipanti hanno risolto verbalmente semplici problemi di matematica il più velocemente possibile per quattro minuti per indurre lo stress mentale. Prima dell’inizio di ogni test, i ricercatori hanno dato ai partecipanti un conto alla rovescia di “avvertimento” di due minuti.

Il gruppo di ricerca ha inserito un microelettrodo molto piccolo in un nervo vicino al retro del ginocchio dei partecipanti per misurare l’attività del nervo simpatico durante i test. Hanno monitorato la velocità del flusso sanguigno e della pressione sanguigna dei volontari nella parte superiore del braccio e la frequenza cardiaca tramite un polsino delle dita durante entrambe le attività. Campioni di sangue hanno mostrato che il gruppo ansia aveva livelli più elevati di noradrenalina, un ormone che le fibre nervose simpatiche rilasciavano in risposta allo stress, prima che iniziassero i test. La norepinefrina causa la contrazione dei vasi sanguigni, il che aumenta la pressione sanguigna.

I ricercatori hanno osservato aumentate risposte nervose in entrambi i gruppi prima e durante le attività con ghiaccio e matematica. Tuttavia, l’aumento “era significativamente maggiore nel gruppo angoscia rispetto al il gruppo di controllo, suggerendo una risposta anticipatoria simpatica avanzata”, hanno scritto ricercatori.

La frequenza cardiaca aumentava durante il conto alla rovescia di due minuti, un altro segno che l’anticipazione di uno stress o di un disagio imminente causava cambiamenti fisiologici nel corpo. Tuttavia, non vi era alcuna differenza significativa tra l’ansia e i gruppi di controllo. “Studi futuri sono garantiti per determinare se l’aumento dell’attività del nervo simpatico è associato a conseguenze deleterie dell’organo finale in persone con ansia e malattie cardiovascolari o fattori di rischio di malattie cardiovascolari”, hanno scritto i ricercatori.

Qui lo studio completo.