Sport e movimento

Il tempo trascorso seduto davanti uno schermo conta meno se sei in forma e forte

L’impatto del tempo trascorso davanti allo schermo sulle malattie cardiovascolari, l’incidenza del cancro e la mortalità può essere maggiore nelle persone che hanno livelli più bassi di forza di presa, fitness e attività fisica, secondo uno studio pubblicato sulla rivista ad accesso aperto, BMC Medicine .

I ricercatori dell’Università di Glasgow, nel Regno Unito, hanno scoperto che la quantità di tempo libero trascorsa guardando uno schermo televisivo o del computer ha quasi raddoppiato l’impatto sul rischio di mortalità, malattie cardiovascolari e cancro nelle persone con bassa aderenza o bassi livelli di fitness rispetto ai partecipanti che hanno avuto i più alti livelli di fitness e forza di presa. Aumentare la forza e la forma fisica può compensare le conseguenze negative per la salute spendendo una gran parte del tempo libero seduto e guardando uno schermo, secondo gli autori.

Il dott. Carlos Celis, corrispondente autore dello studio, ha dichiarato: “Il nostro lavoro mostra che i rischi associati al comportamento sedentario non sono gli stessi per tutti, gli individui con bassa attività fisica sperimentano i maggiori effetti negativi.” Ciò ha potenziali implicazioni per l’orientamento della salute pubblica e suggerisce di mirare specificamente alle persone con bassa fitness e forza per gli interventi volti a ridurre il tempo che trascorrono seduti può essere un approccio efficace “.

Gli autori suggeriscono che la misurazione della forza di presa potrebbe essere un modo efficace per colpire le persone che potrebbero beneficiare maggiormente degli interventi di sanità pubblica nel ridurre il tempo davanti allo schermo.

Il dott. Celis ha spiegato: “Mentre i test di fitness possono essere difficili in ambito sanitario e comunitario, la forza di presa è una misura rapida, semplice ed economica, quindi sarebbe facile da implementare come strumento di screening in una varietà di impostazioni”.

Lo studio ha analizzato i dati di 391.089 partecipanti nella UK Biobank, un ampio studio prospettico basato sulla popolazione che include dati sulla mortalità per tutte le cause, le malattie cardiovascolari e l’ incidenza del cancro , oltre a tempo di schermo, forza di presa, forma fisica e attività fisica.

I ricercatori avvertono che l’uso di dati sullo schermo e i dati relativi all’attività fisica possono aver influito sulla forza delle associazioni tratte da questo studio. La natura osservativa dello studio non consente conclusioni su causa ed effetto.