Complicanze varie/eventuali

Nelle donne, il diabete di tipo 1 associato a malattie reumatiche, condizioni autoimmuni

Le donne con diabete di tipo 1 hanno una probabilità tre volte maggiore di sviluppare una malattia reumatica sistemica rispetto agli uomini con diabete, aumentando la probabilità di sviluppare altre condizioni autoimmuni non reumatiche, secondo i risultati pubblicati nel Journal of Diabetes and Its Complications.

“Le malattie reumatiche sistemiche, tra cui l’artrite reumatoide, la sclerodermia e le vasculiti sistemiche, sono condizioni debilitanti che colpiscono in modo sproporzionato le donne”, Yicheng K. Bao, studente di medicina del terzo anno dell’Università del Missouri-Kansas City, e colleghi della Washington University School di La medicina hanno scritto sullo sfondo dello studio. “Avere una malattia reumatica sistemica in aggiunta al diabete di tipo 1 può ulteriormente complicare la cura di entrambe le condizioni e può peggiorare il rischio di malattie ossee metaboliche”.

In uno studio osservazionale incrociato, Bao e colleghi hanno analizzato i dati di 1.212 adulti con diabete di tipo 1 visti al Washington Diabetes Center tra il 2011 e il 2018 (età media, 47 anni, 51,8% donne, 89,6% bianco, età media a diagnosi del diabete, 18 anni). I partecipanti hanno compilato questionari sull’età al momento dell’insorgenza del diabete di tipo 1, sulle patologie reumatiche sistemiche concomitanti e sull’età di esordio di ciascuna malattia reumatica sistemica, che i ricercatori hanno verificato tramite cartelle cliniche. I ricercatori hanno utilizzato l’analisi di regressione logistica per valutare gli effetti indipendenti della presenza di malattie reumatiche sistemiche, sesso, razza ed età all’esordio del diabete sulla prevalenza di malattie autoimmuni non reumatiche .

All’interno della coorte, il 6,5% aveva una malattia reumatica sistemica, la più comune delle quali era l’artrite reumatoide (4,3% delle donne), secondo i ricercatori. Tra questi pazienti con malattia reumatica, il 63,3% aveva almeno una malattia autoimmune non reumatica, tra cui ipotiroidismo, ipertiroidismo e malattia celiaca. Gli adulti con diabete di tipo 1 più la malattia reumatica sistemica erano quasi tre volte più soggetti ad avere anche una condizione autoimmune non reumatica (OR aggiustato = 2,8; IC 95%, 1,71-4,6).

I ricercatori hanno scoperto che, a parte l’artrite reumatoide giovanile, l’insorgenza della malattia reumatica sistemica era successiva all’insorgenza del diabete di tipo 1 nei pazienti con entrambe le condizioni. La prevalenza della malattia reumatica sistemica nel diabete di tipo 1 è aumentata con l’età, dall’1,4% dei pazienti di età pari o inferiore a 29 anni al 6,7% dei pazienti di età compresa tra 40 e 49 anni e al 10,7% dei pazienti di almeno 60 anni. Nell’analisi di regressione logistica aggiustata per sesso e razza, i pazienti con diabete di tipo 1 di almeno 60 anni avevano una probabilità tre volte maggiore di avere una malattia reumatica sistemica rispetto a pazienti di età pari o inferiore a 29 anni (OR = 3,27, IC 95%, 2.13-5.02), secondo i ricercatori.

I ricercatori hanno anche scoperto che le donne con diabete di tipo 1 avevano una maggiore prevalenza di malattia reumatica sistemica rispetto agli uomini con diabete di tipo 1 (9,2% vs 3,6%; P < 0,0001). La differenza è aumentata con l’età, con una prevalenza tra le donne di età compresa tra 50 e 59 anni che salgono al 14% rispetto al 3,7% negli uomini di età compresa tra 50 e 59 anni. Nell’analisi di regressione logistica, l’OR per le donne che hanno sviluppato una malattia reumatica sistemica rispetto agli uomini era di 2,71 (IC 95%, 1,61-4,55), secondo i ricercatori l’artrite reumatoide e il lupus sono le condizioni più comuni.

“La più comune malattia reumatica sistemica, l’artrite reumatoide, ha una prevalenza aggiustata per l’età dello 0,5% nella popolazione generale, ma la prevalenza di artrite reumatoide è circa cinque volte superiore nel nostro studio”, hanno scritto i ricercatori. “Ciò sottolinea il rischio accresciuto di [malattie reumatiche sistemiche] nel [diabete di tipo 1], che aumenta con l’età e il sesso femminile”.

I ricercatori hanno notato che l’iperglicemia e lo stress ossidativo del diabete possono innescare un legame anticorpale al collagene di tipo II, fornendo un nesso causale tra le malattie.