Terapie

I farmacisti dovrebbero essere autorizzati a scrivere le ricette?

pillole

La prescrizione di farmaci è tradizionalmente limitata ai medici, ma c’è una crescente pressione per consentire ai farmacisti di fare altrettanto. Una revisione del British Journal of Clinical Pharmacology di un gran numero di studi in molti paesi rivela che diversi gruppi di parti interessate hanno opinioni ed esperienze positive riguardo la prescrizione da parte del farmacista.

Le parti interessate comprendevano farmacisti, pazienti, medici, infermieri, responsabili politici e il pubblico in generale. I principali benefici identificati nella revisione includono un maggiore accesso ai servizi sanitari, la percezione di esiti migliorati nei pazienti, un migliore utilizzo delle competenze e delle conoscenze dei farmacisti, una migliore soddisfazione sul lavoro e un ridotto carico dell’impegno per i medici. Le preoccupazioni riguardavano in gran parte le questioni organizzative e la percezione della mancanza di capacità di diagnosi da parte dei farmacisti.

“La prescrizione da parte dei farmacisti è molto avanzata in molti paesi come il Regno Unito: con l’attuale carenza di medici e l’ampia formazione clinica dei farmacisti, questo è sia appropriato per la cura del paziente che l’uso di risorse limitate”, ha affermato l’autore senior Prof. Derek Stewart, della Robert Gordon University (RGU) School of Pharmacy and Life Sciences, nel Regno Unito. “Questa recensione è la prima a raccogliere le opinioni e le esperienze di un gruppo eterogeneo di soggetti chiave sulla prescrizione del farmacista, i cui risultati informeranno lo sviluppo e l’implementazione in tutto il mondo”, ha aggiunto l’autore principale Tesnime Jebara, una dottoranda presso la RGU che ha condotto le analisi.

Categorie:Terapie

Con tag:,