Terapie

Un cerotto che si attacca all’interno della bocca rivoluzionerà il trattamento delle condizioni orali

Argomento off topic rispetto alla missione del blog, ma che senz’altro rappresenta un grande passo in avanti per la cura del cavo orale: un cerotto che si attacca all’interno della bocca sta rivoluzionando il trattamento delle ulcere ricorrenti dolorose.

Gli scienziati della School of Clinical Dentistry dell’Università di Sheffield, lavorando in stretta collaborazione con Dermtreat A / S di Copenaghen, hanno sviluppato un patch unico utilizzando speciali polimeri in grado di aderire alle superfici umide.

Il cerotto distribuisce con successo gli steroidi direttamente alle ulcere o alle lesioni orali creando allo stesso tempo una barriera protettiva attorno all’area interessata, accelerando il processo di guarigione.

Il nuovo cerotto è una terapia rivoluzionaria per il trattamento delle condizioni della mucosa come il lichen planus orale (OLP) e la stomatite aftosa ricorrente (RAS), che sono malattie le quali causano lesioni dolorose e colpiscono l’1-2% della popolazione.

Fino ad ora, le ulcere e le lesioni all’interno della bocca sono state trattate usando creme o collutori, impiegati in tutta la bocca piuttosto che mirare alla specifica area, rendendoli meno efficaci. Tuttavia, il patch Rivelin® biodegradabile ha un lungo tempo di adesione e un’elevata flessibilità che si adatta alla superficie del cavo orale.

Il dott. Craig Murdoch, Reader in Oral Bioscience School of Clinical Dentistry e autore principale della ricerca, ha dichiarato: “Le condizioni infiammatorie croniche come OLP e RAS, che causano lesioni orali erosive e dolorose, hanno un notevole impatto sulla qualità della vita.

“I trattamenti attuali consistono nell’uso di steroidi sotto forma di collutori, creme o unguenti, ma questi sono spesso inefficaci a causa di tempi di contatto farmacologici inadeguati con la lesione.

“Il cerotto agisce come un cerotto all’interno della bocca, questo significa che è molto efficace nel colpire direttamente l’area specifica e formare una barriera protettiva.

“I pazienti che hanno provato la patch la trovano molto comoda da portare e sono stati davvero soddisfatti della lunghezza dell’adesione che la rende particolarmente efficace ed efficiente.”

Jens Hansen, Chief Executive Officer di Dermtreat A / S, ha aggiunto: “La collaborazione con l’Università di Sheffield ha indubbiamente accelerato la traduzione della nostra proprietà intellettuale verso l’uso clinico. La nostra azienda è molto fiduciosa che presto otterremo l’approvazione normativa per il primo adesivo tecnologicamente somministrabile a livello farmacologico per rispondere alle pressanti esigenze cliniche nella medicina orale.

“Non vediamo l’ora di continuare questa collaborazione, che sarà sempre più orientata alla ricerca di nuove applicazioni cliniche per i cerotti adesivi per muco”.

###

I risultati della ricerca sono pubblicati sulla rivista Biomaterials .

Per visualizzare il documento completo, visitare: https: / doi. org / 10. 1016 / j. biomateriali. 2018. 06. 009

Per ulteriori informazioni sulla School of Clinical Dentistry dell’Università di Sheffield, visitare: https: / www. Sheffield. AC. uk / dentalschool

Categorie:Terapie

Con tag:,