Emozioniamo

Pianificare interventi di carattere psicologico aiuta prevenire il disagio del diabete tipo 1 negli adolescenti

Secondo uno studio pubblicato nel numero di giugno di Diabetes Care, un piano d’azione che inizia prima che si sviluppino i sintomi psicologici aiuta a prevenire il disagio del diabete (DD) negli adolescenti con diabete di tipo 1.

Korey K. Hood, Ph.D., della Stanford University in California, e colleghi hanno condotto uno studio controllato randomizzato su 264 adolescenti con diabete di tipo 1. L’obiettivo dello studio Supporting Teens Problem Solving (STePS) consisteva nel confrontare il programma Penn Resilience per il diabete di tipo 1 (PRP T1D) con Advanced Diabetes Education. Gli interventi sono durati 4,5 mesi e le misurazioni sono state effettuate al basale e 4,5, 8, 12 e 16 mesi.

I ricercatori hanno scoperto che l’esposizione al PRP T1D era associata a sostanziali riduzioni della DD. Un controllo glicemico stabile, caratteristiche di resilienza e sintomi depressivi sono stati osservati ridursi con PRP T1D un anno dopo il trattamento. In entrambi i gruppi, la gestione del diabete è migliorata.

“Il programma STePS rappresenta un promettente programma di prevenzione e le relazioni future sui risultati a 2 e 3 anni esploreranno i benefici per periodi di tempo più lunghi”, concludono gli autori.