Compliance

Diabete formato famiglia

Il rapporto tra le barriere di autodisciplina del diabete di tipo 1 sulla qualità della vita dei genitori e dei figli: uno studio trasversale statunitense

Le famiglie di bambini e adolescenti con diabete di tipo 1 sperimentano problemi di autogestione che hanno un impatto negativo sul controllo del diabete. Questo studio elaborato dai ricercatori della Pediatria, Università del Wisconsin, Facoltà di Medicina e Sanità pubblica, Madison, Wisconsin USA ha valutato se le sfide di autogestione erano anche associate alla qualità della vita (QOL) per bambini e adolescenti con diabete di tipo 1 e i loro genitori.

I bambini di età compresa tra 8 e 12 anni (n = 135), adolescenti di età compresa tra 13 e 16 anni (n = 132) e i loro genitori hanno completato le valutazioni QOL (QOL specifica per il diabete dal PedsQL Diabetes Module o Family Impact Module, entrambi in scala 0-100) e un sondaggio convalidato di fino a sei ostacoli nell’autogestione [PRISM; ridimensionato 1 (basso) a 5 (alto)]. I coefficienti di regressione sono stati calcolati per valutare l’associazione degli ostacoli nell’autogestione con QOL specifica per il diabete di bambini e adolescenti o con la QOL dei genitori, compresi gli effetti di interazione per valutare la stabilità delle associazioni.

La durata media del diabete era di 4,7 anni per i bambini e di 6,1 anni per gli adolescenti. La maggior parte dei bambini e degli adolescenti non ha raggiunto valori obiettivo per il controllo glicemico. Tutte le barriere tranne una (Interazioni del team sanitario) sono state associate a una QOL più bassa per il diabete per bambini e adolescenti, così come una QOL più bassa per i genitori (tutti P <0,05). I punteggi di barriera più alti di 1 unità sono stati associati a una QOL specifica per il diabete che era inferiore di 3,7-5,1 punti per i bambini e di 5,8-8,8 punti inferiore per gli adolescenti, e di QOL 6,0-12,6 punti inferiore per i genitori.

La QOL specifica per il diabete era fortemente associata a “Negazione della malattia e sue conseguenze” per i bambini e a un “Regime Doloroso di Convivenza” per gli adolescenti. La QOL principale era fortemente associata a “Comprensione e organizzazione delle cure”.

Le differenze di unità singola nei punteggi di barriera di autogestione sono associate a differenze clinicamente significative nella qualità della vita di bambini e genitori. Interventi specificamente studiati per affrontare le barriere individuali di autogestione possono migliorare sia il controllo del diabete che la qualità della vita.

La ricerca è stata pubblicata il 14 giugno 2018 sulla rivista scientifica Diabetic Medicine.