Terapie

Il farmaco anti-obesità derivato dal peperoncino mostra risultati promettenti nelle sperimentazioni su animali

Un nuovo farmaco a base di capsaicina, il composto che dà ai chili peppers la loro piccante bruciatura, ha originato una perdita di peso a lungo termine e un miglioramento della salute metabolica nei topi che consumano una dieta ricca di grassi, in nuovi studi della School of Pharmacy dell’Università del Wyoming. Il farmaco, Metabocin, è stato progettato per rilasciare lentamente capsaicina per tutto il giorno in modo che possa esercitare il suo effetto anti-obesità senza produrre infiammazione o effetti collaterali negativi.

“Abbiamo osservato miglioramenti marcati nei livelli di zucchero nel sangue e di colesterolo, risposta insulinica e sintomi di malattia del fegato grasso “, ha riportato il dott. Baskaran Thyagarajan, ricercatore capo, descrivendo come la metabocina ha invertito molti effetti dannosi della dieta ricca di grassi. Ha presentato i risultati questa settimana alla riunione annuale della Society for the Study of Ingestive Behaviour, la principale conferenza internazionale di esperti in materia di assunzione di cibo e di liquidi.

Il team di ricerca ha sviluppato Metabocin, che può essere assunto per via orale, per individuare i recettori denominati TRPV1 (sottofamiglia vanilloide potenziale recettore transitorio 1) che si trovano in un numero elevato di cellule di grasso. La stimolazione dei recettori TRPV1 fa sì che le cellule di grasso bianco inizino a bruciare energia invece di immagazzinarla, il che, in teoria, dovrebbe causare la perdita di peso. Una domanda importante per i ricercatori era se il farmaco rimane efficace una volta usato a lungo termine e se gli effetti avversi supererebbero i suoi benefici. I topi in questo esperimento sono rimasti sul farmaco per 8 mesi, mantenendo la perdita di peso senza prove di problemi di sicurezza. Ulteriori esperimenti in corso vedranno quanto a lungo può essere mantenuto.

“Si è rivelato sicuro e ben tollerato dai topi”, ha concluso Thyagarajan. “Sviluppare il metabocin come un potente trattamento anti-obesità mostra essere una promessa come parte di una strategia robusta per aiutare le persone alle prese con l’obesità”.

Sebbene questi risultati possano dare ad alcune persone l’idea di mangiare cibo più piccante per perdere peso, non funzionerebbe come previsto. La maggior parte della capsaicina nel cibo piccante non è ben assorbita dal corpo, quindi non produrrebbe questi effetti. I ricercatori hanno specificamente modificato la capsaicina in Metabocin per il corretto assorbimento e rilascio prolungato.

L’obesità è una preoccupazione crescente per la salute pubblica, con conseguente malattie metaboliche tra cui diabete di tipo 2, ipertensione, aterosclerosi e malattie cardiache. Attualmente un individuo su tre nel mondo è sovrappeso o obeso. Esercizio fisico e dieta sono la raccomandazione standard, ma per la maggior parte delle persone è difficile mantenerla a lungo termine e di solito si verifica un aumento di peso. I ricercatori del Wyoming sostengono di continuare a perseguire opzioni mediche che rimarranno efficaci a lungo termine per contrastare l’obesità e i suoi effetti metabolici, per aiutare le persone che cercano di mantenere un peso più sano.

Categorie:Terapie

Con tag: