Terapie

Boehringer Ingelheim e Lilly annunciano che la prova di esito cardiovascolare di CARMELINA® di Tradjenta incontra l’endpoint primario

Lo studio supporta la sicurezza cardiovascolare a lungo termine di Tradjenta® (linagliptin) negli adulti con diabete di tipo 2.

CARMELINA ® (sicurezza cardiovascolare e outcome microvascolare renale con linaagliptin in pazienti con diabete di tipo 2 ad alto rischio vascolare) ha raggiunto il suo endpoint primario, definito come il tempo alla prima insorgenza di morte cardiovascolare, infarto miocardico non fatale o ictus non fatale (3-point MACE), con Tradjenta ® che dimostra una sicurezza cardiovascolare simile rispetto al placebo. Boehringer Ingelheim e Eli Lilly and Company (NYSE: LLY) hanno annunciato i risultati positivi del trial, che hanno valutato l’impatto del trattamento con Tradjenta rispetto al placebo sulla sicurezza cardiovascolare in aggiunta allo standard di cura.

Lo studio ha incluso 6.979 adulti con diabete di tipo 2 e alto rischio cardiovascolare. La maggior parte dei pazienti aveva anche una insufficienza renale, un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Il profilo di sicurezza complessivo di Tradjenta in CARMELINA, compresi gli adulti con malattie renali, era coerente con i dati precedenti e non sono stati osservati nuovi segnali di sicurezza.

Le persone che hanno il diabete sono ad aumentato rischio di malattie cardiovascolari e renali croniche. Nonostante i recenti progressi nelle opzioni di trattamento, le malattie cardiovascolari rimangono la principale causa di morte per le persone che vivono con il diabete, e circa due terzi dei casi di malattia renale cronica sono attribuibili a condizioni metaboliche come diabete, obesità e ipertensione.

“Circa la metà dei pazienti con diabete di tipo 2 in tutto il mondo hanno anche insufficienza renale cronica, e la maggior parte dei decessi tra le persone con malattie renali si verificano a causa di complicanze cardiovascolari”, ha detto Thomas Seck, M . D . , vicepresidente senior, Medicine e rules affairs, Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals, Inc. “Questi dati CARMELINA aggiungono importanti informazioni sulla sicurezza clinica a lungo termine di Tradjenta in una popolazione di pazienti particolarmente vulnerabile a esiti cardiovascolari sfavorevoli.”

“Tradjenta ha dimostrato sicurezza cardiovascolare negli adulti con diabete di tipo 2 e ad alto rischio vascolare, senza la necessità di un aggiustamento della dose a prescindere dalla funzione renale”, ha aggiunto Jeff Emmick , M . D . , Ph . D . , vicepresidente, Product Development, Lilly Diabetes. “CARMELINA offre fiducia in Tradjenta come trattamento efficace e ben tollerato, con un regime di dosaggio semplice, per gli adulti con diabete di tipo 2”.

I risultati completi di CARMELINA saranno presentati il 4 ottobre al 54 ° del Diabete Annual Meeting a Berlino promosso Associazione Europea per lo Studio del Diabete – EASD.

Categorie:Terapie

Con tag:,