Educazione

I videogiochi possono migliorare la salute dei bambini con obesità

Un nuovo studio del Pennington Biomedical Research Center della LSU ha mostrato per la prima volta che i videogiochi, in combinazione con fitness coaching e step tracker, hanno aiutato i bambini in sovrappeso a perdere peso, abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo e aumentare la loro attività fisica.

I risultati dello studio GameSquad sono disponibili online e saranno pubblicati in un prossimo numero speciale della rivista Pediatric Obesity in un articolo scientifico dal titolo: “Esercizio domiciliare tra i bambini con sovrappeso e obesità: uno studio clinico randomizzato”.

“I bambini con un peso eccessivo e che non sono fisicamente attivi possono sviluppare i primi segni di malattie cardiache e diabete tipo 2, e possono anche lottare ogni giorno con asma, apnea del sonno e altre sfide psicologiche e di salute che l’eccesso di peso e l’obesità possono portare”, ha detto la Dott.essa Amanda Staiano, PhD, direttore del laboratorio di comportamento pediatrico per l’obesità e la salute di Pennington Biomedical e investigatore principale dello studio.

In Louisiana, un bambino su tre (35,3%) di età compresa tra 10 e 17 anni è in sovrappeso o ha obesità, e uno su cinque (21,1%) ha obesità, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. Tutti sono a maggior rischio di sviluppare gravi problemi medici. Può essere d’aiuto l’exergaming o la riproduzione di videogiochi che richiedono attività fisica.

“Gli schermi sono ovunque nelle nostre vite e sono qui per restare, i bambini trascorrono metà delle loro ore di veglia davanti agli schermi”, ha affermato il dott.essa Staiano. “Sto cercando modi per utilizzare quegli schermi – smartphone, computer, televisori e tablet – per incorporare più attività fisica nella vita dei bambini”.

Lo studio GameSquad ha arruolato 46 bambini di età compresa tra 10 e 12 anni in sovrappeso o con obesità. La metà erano ragazze e più della metà erano afro-americane. Lo studio ha assegnato in modo casuale i bambini a un gruppo di “gioco” di 23 famiglie o un gruppo di controllo di 23 famiglie.

Il gruppo di gioco è stato incoraggiato a soddisfare le raccomandazioni nazionali di 60 minuti al giorno di attività fisica. I bambini hanno ricevuto una Xbox 360, Kinect e quattro exergames (Your Shape: Fitness Evolved 2012, Just Dance 3, Disneyland Adventures e Kinect Sports Season 2) e sono stati invitati a giocare a casa loro con un amico o un familiare per sei mesi. Hanno anche ricevuto un “libro delle sfide” per completare tre sessioni di gioco di un’ora ogni settimana e un Fitbit per seguire i loro passi ogni giorno. Ogni bambino, genitore hanno anche preso parte a normali video chat sulla console di videogiochi con un allenatore di fitness Pennington Biomedical per monitorare i loro progressi.

Ai membri del gruppo di controllo non è stato chiesto di apportare modifiche al loro comportamento. Queste famiglie hanno ricevuto gli exergames e la console di gioco alla fine dello studio di sei mesi.

Ventidue delle 23 famiglie del gruppo di gioco hanno terminato il programma di sei mesi. I bambini e i genitori del gruppo di gioco hanno completato il 94% delle sessioni di gioco e partecipato al 93% delle sessioni di video chat. “Quando non si interviene con bambini in sovrappeso, spesso i loro fattori di rischio per la salute e comportamenti sanitari peggiorano nel tempo”, ha affermato la Staiano. “Quindi, sfortunatamente, non siamo stati sorpresi nel vedere che i bambini del gruppo di controllo hanno aumentato la pressione sanguigna e il colesterolo e diminuito l’attività fisica nel corso dei sei mesi”.

Bambini nel gruppo di gioco:

• Ridotto il loro indice di massa corporea di circa il 3% mentre il gruppo di controllo ha aumentato il loro indice di massa corporea dell’1%.

• Ridotto il loro colesterolo di 7 percentili mentre il gruppo di controllo ha aumentato il colesterolo del 7 percento. In altre parole, i bambini del gruppo di gioco sono rimasti in buona salute. L’aumento dei livelli di colesterolo nel gruppo di controllo li ha portati nella categoria borderline per il colesterolo alto.

• Aumentata la loro attività fisica del 10% mentre il gruppo di controllo ha diminuito la propria attività fisica del 22%.

• Aumentata la loro auto-efficacia, o la loro convinzione sul controllo personale, verso l’attività fisica, che predice l’aderenza all’esercizio fisico.

###

Informazioni sul centro di ricerca biomedica di Pennington

Il Pennington Biomedical Research Center è in prima linea nella ricerca medica in quanto si riferisce alla comprensione dei fattori scatenanti dell’obesità, del diabete, delle malattie cardiovascolari, del cancro e della demenza. È un campus della Louisiana State University e conduce ricerche di base, cliniche e di popolazione. L’impresa di ricerca di Pennington Biomedical comprende circa 58 docenti e oltre 18 borsisti postdottorato che includono una rete di 40 laboratori supportati da tecnici di laboratorio, infermieri, dietisti e personale di supporto e 13 strutture di servizio altamente specializzate. Gli oltre 450 dipendenti di Pennington Biomedical svolgono attività di ricerca in strutture all’avanguardia nel campus di 222 acri situato a Baton Rouge, in Louisiana. Per ulteriori informazioni, consultare http: // www. PBRC. edu .

Categorie:Educazione

Con tag:,