Varie

Il SSN mette in guardia contro l’aumento del rischio di malattie legate al calore per gli anziani

Gli adulti più anziani hanno un rischio significativamente maggiore di malattie legate al calore, che possono includere ictus di calore, edema da calore, sincope da calore, crampi da calore e esaurimento da calore, secondo il Servizio Sanitario Nazionale.

I fattori che potrebbero aumentare il rischio includono cambiamenti legati all’età della pelle come cattiva circolazione del sangue e ghiandole sudoripare inefficienti; malattie cardiache, polmonari e renali nonché altre malattie; ipertensione e altre condizioni che richiedono un cambiamento nella dieta; riduzione della sudorazione, causata da farmaci come diuretici, sedativi e tranquillanti; politerapia; essere molto sovrappeso o sottopeso; bere bevande alcoliche; ed essere disidratato. Il rischio può anche essere aumentato in associazione con fattori di stile di vita.

In giorni particolarmente caldi e umidi, le persone anziane, in particolare quelle a maggior rischio, dovrebbe rimanere in casa, in particolare se v’è un allarme inquinamento dell’aria a tutti gli effetti. Bisogna bere molti liquidi e indossare indumenti leggeri e larghi. Le case dovrebbero essere mantenute fresche o le persone dovrebbero andare in un posto fresco.

“Il colpo di calore è una forma grave di ipertermia che si verifica quando il corpo è sopraffatto dal calore e incapace di controllare la sua temperatura”, secondo il Servizio Sanitario Nazionale. “I sintomi includono svenimento, un cambiamento nel comportamento (confusione, combattività, sconcerto, possibile delirio o coma), pelle secca e arrossata e un polso forte e rapido, e mancanza di sudorazione.Trovare cure mediche immediate per una persona con uno qualsiasi di questi sintomi.”

Categorie:Varie

Con tag:,