Ricerca

Due nuovi studi potrebbero migliorare il trattamento del diabete sono stati annunciati alla 70a riunione scientifica annuale dell’AACC

group hand fist bump

Photo by rawpixel.com on Pexels.com

I ricercatori hanno sviluppato un nuovo test che distingue rapidamente il diabete di tipo 1 e di tipo 2. Questo nuovo metodo e un secondo studio che rivela le lacune nella cura per le donne con diabete gestazionale sono stati presentati oggi al 70 ° AACC Annual Scientific Meeting & Clinical Expo Lab, e potrebbe migliorare il trattamento per i pazienti con tutti i tipi di diabete su tutta la linea.

Uno dei principali problemi nella cura del diabete oggi è la difficoltà nel distinguere il diabete di tipo 1 dal diabete di tipo 2. I diabete di tipo 1 e 2 richiedono piani di trattamento molto diversi, ma fino al 15% dei giovani diabetici sono classificati e trattati erroneamente, il che può portare a complicazioni pericolose. Un’altra sfida nella cura del diabete è la prevenzione del diabete di tipo 2 nelle donne che hanno il diabete gestazionale. Poiché metà delle donne che hanno il diabete gestazionale sviluppano diabete di tipo 2, le linee guida incoraggiano queste donne a sottoporsi a test del diabete sei settimane dopo il parto, in modo che possano ricevere un trattamento preventivo se sono a rischio. Non è noto, tuttavia, quanto costantemente questo test di follow-up sia eseguito in tutto il mondo.

Diagnosi corretta del diabete di tipo 1 e di tipo 2

Un gruppo di ricerca guidato da Mark Latten del Randox Laboratories e Richard Oram, MD, della University of Exeter Medical School nel Regno Unito, ha sviluppato un nuovo test destinato a diagnosticare il diabete di tipo 1 in modo più efficace. Il test, chiamato matrice GRS per il diabete di tipo 1, scherma 10 mutazioni ereditabili associate a una predisposizione al diabete di tipo 1 e combina le misurazioni in un punteggio di rischio genetico. In uno studio iniziale di validazione, i ricercatori hanno analizzato 259 campioni di DNA con l’array GRS e un metodo di test genetico stabilito, e scoperto che l’array GRS ha rilevato con successo le stesse combinazioni delle 10 mutazioni nei campioni rispetto al metodo stabilito. Ciò indica che il test potrebbe servire come strumento vitale per prevenire la diagnosi errata dei pazienti diabetici.

“Nessuno ha, finora, usato il noto forte rischio genetico del diabete di tipo 1 per distinguere il tipo 1 dal tipo 2”, ha detto Oram. “Il nostro test potrebbe essere usato da solo o in combinazione con le caratteristiche cliniche e test di autoanticorpi per migliorare la classificazione del diabete alla diagnosi, e quindi assicurarsi che le persone ottengano il giusto trattamento”.

Abstract B-276: Lo sviluppo di un array di rischio genetico per il diabete di tipo 1  verrà presentato durante: la sessione di poster scientifici 
Mercoledì 1 agosto  09:30 – 17:00 (presentazione di autori presenti dalle 12:30 alle 13:30 )

Le sessioni si svolgeranno presso l’Exhibit Hall di McCormick Place, a Chicago .

 Per ulteriori informazioni, visitare www.aacc.org .

Categorie:Ricerca

Con tag:,