Batticuore

Cuore: i ricercatori esplorano le tendenze alimentari popolari nella revisione nutrizionale

Qual è la linea di fondo sui potenziali benefici per la salute del cuore di cibi salutari popolari? Nel loro secondo articolo sulle controverse tendenze alimentari, i ricercatori dell’American College of Cardiology Nutrition & Lifestyle Workgroup del Prevention of Cardiovascular Disease Council discutono di “ipes” nutrizionali e controversie sui prodotti caseari, aggiunta di zucchero, legumi, caffè e tè, alcool, energia bevande, funghi, alimenti fermentati, Omega-3 e vitamina B12. L’articolo di revisione è pubblicato  oggi nel Journal of American College of Cardiology.

“Le attuali raccomandazioni nutrizionali evidenziano come una dieta sana per il cuore è ricca di frutta, verdura, cereali integrali e noci con moderazione”, ha detto Andrew Freeman, MD, FACC, direttore della prevenzione cardiovascolare e benessere presso National Jewish Health e autore principale della recensione. “Tuttavia, ci sono molti gruppi di alimenti che possono causare confusione per i pazienti, compresi i latticini, lo zucchero aggiunto, il caffè e l’alcol”.

Mentre i latticini a basso contenuto di grassi possono abbassare significativamente la pressione sanguigna, diversi studi hanno dimostrato un legame tra l’assunzione di latticini e l’aumento del colesterolo LDL, delle fratture e della mortalità per tutte le cause. Non c’è un chiaro consenso sull’assunzione di latticini tra gli esperti, ma dopo una revisione di più meta-analisi, i ricercatori hanno stabilito che i latticini dovrebbero essere consumati con cautela, poiché non è chiaro se vi siano benefici o danni e, poiché serve da grande fonte di grassi saturi e sale negli Stati Uniti, dovrebbe essere limitato se consumato da tutti.

Il consumo di zuccheri aggiunti (zucchero da tavola e sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio) è stato associato ad un aumentato rischio di cardiopatia ischemica, ictus e peggioramento della malattia cardiovascolare aterosclerotica. I ricercatori raccomandano vivamente che gli individui eliminino il più possibile zuccheri aggiunti dalla loro dieta, compresi i cibi trasformati e le bevande zuccherate come la soda normale, le bevande alla frutta e le bevande sportive.

I legumi, che comprendono fagioli, ceci, lenticchie, piselli e soia, hanno dimostrato di ridurre con successo la cardiopatia coronarica e migliorare la glicemia, l’LDL-C, la pressione sanguigna sistolica e il peso.

“I legumi sono economici e una ricca fonte di proteine”, ha detto Freeman. “Dovremmo incorporare più fagioli e piatti di legumi come humus nelle nostre diete per promuovere la salute del cuore.”

La revisione riguardava anche i seguenti argomenti nutrizionali:

Caffè. Complessivamente il consumo abituale di caffè è associato a minori rischi di mortalità per tutte le cause e cardiovascolari, e non vi è alcuna associazione tra sviluppo di caffè e ipertensione.

Tè. Il consumo di tè nero e verde senza zuccheri aggiunti, dolcificanti o latte e creme sembrano essere sicuri e persino associati a un miglioramento della salute cardiovascolare e dei lipidi del sangue.

Alcol. Mentre la relazione tra consumo di alcol e malattie cardiovascolari è complicata, l’assunzione da bassa a moderata è associata a un ridotto rischio di malattia cardiovascolare totale. Tuttavia, a causa dei rischi di cadute, di alcuni tumori e di malattie del fegato, i ricercatori non raccomandano che le persone consumino alcol per il beneficio cardiovascolare.

Inoltre, sono stati esaminati i seguenti argomenti:

  • Bevande energetiche
  • Funghi
  • Alimenti fermentati
  • Acidi grassi omega-3
  • Vitamina B12

Le prove attuali supportano il consumo di proteine ??vegetali, legumi, OM3, funghi, caffè e tè senza zuccheri aggiunti, quantità di alcool e alimenti fermentati a livelli bassi/moderati. Il verdetto sui prodotti lattiero-caseari come parte di una dieta sana per il cuore è ancora fuori, e se consumato, il latte intero dovrebbe essere evitato.

“Non c’è una taglia unica, perfetta per tutti i modelli dietetici a prevenire le malattie cardiache”, ha detto Freeman. “Ma la maggior parte delle prove continua a rinforzare il fatto che una dieta prevalentemente a base vegetale e più bassa di grassi, zuccheri aggiunti, sale aggiunto, alimenti trasformati e con un numero limitato di prodotti animali sembrano esserelo, dove i dati ci stanno indicando. per i medici di stare al passo con le tendenze alimentari in aumento e le prove scientifiche attuali per fornire consigli nutrizionali significativi e precisi per i pazienti “.

Categorie:Batticuore, Mangiare

Con tag:,