Complicanze varie/eventuali

L’invecchiamento può rendere più difficile deglutire

Con l’avanzare dell’età, tutti sperimentano una perdita naturale della massa e della funzione muscolare. Un nuovo studio rileva che quando si verifica la perdita di muscolo e la funzionalità nella gola diventa più difficile che si verifichi una costrizione efficiente durante la deglutizione, la faccenda porta ad una maggiore probabilità che cibo e liquidi rimangano nella gola.

Lo studio, pubblicato su Dysphagia di Sonja M. Molfenter, professore associato di scienze e disturbi comunicativi alla Steinhardt School of Culture, Education and Human Development della New York University, e suoi colleghi, aiuta a spiegare perché il 15 percento della disfagia lo hanno gli anziani con difficoltà a deglutire.

Tra gli altri problemi per la salute, le difficoltà di deglutizione possono portare a malnutrizione, disidratazione e polmonite – dal cibo e bevande che vengono indirizzati male nei polmoni. Le difficoltà di deglutizione possono anche avere un impatto economico. Altri studi hanno dimostrato che quando i pazienti con disfagia sono ricoverati in ospedale, normalmente hanno una durata del soggiorno maggiore del 40% rispetto a quelli senza disfagia, con un costo stimato di $ 547.000.000 all’anno.

Molfenter e i suoi colleghi hanno notato che la disfagia negli anziani è particolarmente rilevante in quanto si prevede che la percentuale di anziani negli Stati Uniti aumenterà fino al 20% entro il 2030.

“La disfagia ha gravi conseguenze per la salute e la qualità della vita”, ha detto Molfenter, autore principale dello studio. “Questa ricerca stabilisce la necessità di programmi di esercizio per gli anziani che prendono di mira i muscoli della gola, proprio come quelli che colpiscono i muscoli delle braccia, delle gambe e di altre parti del corpo umano.”