Ricerca

La forza di presa dei bambini fornisce indizi sulla loro futura salute

achievement adult agreement arms

Photo by rawpixel.com on Pexels.com

Misurare la presa della mano può aiutare a identificare i giovani che potrebbero beneficiare dai cambiamenti dello stile di vita, dice il ricercatore della Baylor University.

Mentre altri studi hanno dimostrato che la debolezza muscolare misurata dalla forza di presa è un predittore di esiti malsani – tra cui malattie cardiovascolari e metaboliche, disabilità e persino mortalità precoce – questo è il primo a farlo per la salute degli adolescenti nel tempo, una ricercatrice della Baylor University ci ha ha detto.

“Quello che sappiamo sui bambini di oggi è che a causa della prevalenza dell’obesità, sono più a rischio di sviluppare pre-diabete e malattie cardiovascolari rispetto alle generazioni precedenti”, ha detto l’autore senior Paul M. Gordon, Ph.D., professore e presidente di salute, prestazioni umane e ricreazione nel Robbins College of Health and Human Sciences di Baylor.

“Questo studio fornisce più istantanee nel tempo che forniscono maggiori informazioni sulla forza di presa e rischi futuri per lo sviluppo di diabete e malattie cardiovascolari“, ha detto. “Una bassa forza di presa potrebbe essere utilizzata per predire il rischio cardiometabolico e identificare gli adolescenti che trarrebbero beneficio dai cambiamenti dello stile di vita per migliorarne la forma fisica muscolare”.

Lo studio – “Grip Strength è associato alla manutenzione e al miglioramento della salute longitudinale negli adolescenti” – è pubblicato sul Journal of Pediatrics . È stato condotto da ricercatori della Baylor University, dell’Università del Michigan e dell’Università del New England.

Gli studenti monitorati nello studio sono stati valutati nell’autunno del quarto anno e alla fine del quinto anno. Usando le norme per le forze di presa nei ragazzi e nelle ragazze, i ricercatori hanno misurato le prese degli studenti nelle loro mani dominanti e non dominanti con uno strumento chiamato dinamometro a impugnatura.

I ricercatori hanno scoperto che inizialmente il 27,9% dei ragazzi e il 20,1% delle ragazze erano classificati come deboli. Nel corso dello studio, i ragazzi e le ragazze con debole presa erano più di tre volte più inclini a perdere salute o a mantenere una salute scadente rispetto a quelli che erano forti.

I ricercatori hanno anche analizzato altri indicatori del fattore di rischio metabolico, tra cui l’attività fisica, l’idoneità cardiorespiratoria, la composizione corporea (la percentuale di grasso e massa magra), la pressione sanguigna, l’anamnesi familiare, i lipidi del sangue a digiuno e i livelli di glucosio.

“Anche dopo aver preso in considerazione altri fattori come il fitness cardiorespiratorio, l’attività fisica e la massa magra, continuiamo a vedere un’associazione indipendente tra forza di presa e mantenimento della salute cardiometabolica e miglioramenti della salute”, ha detto Gordon.

Sebbene sia stata posta molta enfasi sui benefici di un’alimentazione nutriente e dell’attività aerobica, questo studio suggerisce che è necessario porre maggiore enfasi sul miglioramento e il mantenimento della forza muscolare durante l’adolescenza.

Se qualcuno con una presa forte sviluppa una presa ancora più forte, “non vediamo necessariamente un drastico miglioramento nella salute di quell’individuo”, ha osservato Gordon. “È la bassa forza che ti mette a rischio.

“Dato che la forza di presa è un semplice indicatore per la morte per tutte le cause, la morte cardiovascolare e le malattie cardiovascolari negli adulti, la ricerca futura è certamente giustificata per comprendere meglio la debolezza durante le tracce dell’infanzia nell’età adulta”. “Testare la forza di presa è semplice, non invasivo e può essere fatto facilmente nell’ufficio di un medico, ha valore per adulti e bambini”.

* Secondo le stime del National Center for Health Statistics, il 17,2% dei bambini e adolescenti statunitensi di età compresa tra 2 e 19 anni è obeso e un altro 16,2% è sovrappeso. L’eccesso di peso comporta un maggior rischio per tutta la vita di diabete e malattie cardiache premature. Mentre l’Organizzazione Mondiale della Sanità e il Dipartimento della Salute e dei Servizi alla Persona degli Stati Uniti raccomandano che i giovani svolgano quotidianamente almeno 60 minuti di attività fisica da moderata a intensa, compresa un’attività vigorosa almeno tre giorni alla settimana, meno di un quarto dei bambini statunitensi quindi fa queste cose, secondo un rapporto del National Physical Activity Plan Alliance senza scopo di lucro.

Lo studio è pubblicato nella rivista scientifica The Journal of Pediatrics di luglio 2018.

Categorie:Ricerca

Con tag:,,