Ricerca

Reazione all’intestino legata al diabete di tipo 1

gutbacteria

Comprendere il legame tra diabete e intestino potrebbe portare allo sviluppo di nuove terapie per ritardare l’insorgenza del diabete di tipo 1, secondo i ricercatori dell’Università del Queensland. La ricercatrice senior dell’UQ Diamantina Institute, la dott.ssa Emma Hamilton-Williams, ha affermato che un cambiamento nei microrganismi nell’intestino potrebbe aiutare a prevedere e monitorare la progressione della malattia.

“Il diabete di tipo 1 è causato da un attacco immunitario al pancreas”, ha detto.

“Mentre c’è un legame sospetto tra i batteri intestinali e la progressione della malattia , una relazione diretta tra la funzione del pancreas e i batteri dell’intestino non è stata dimostrata fino ad ora.

“Studiando i campioni di feci dei partecipanti, abbiamo scoperto che i cambiamenti nei batteri intestinali non erano solo un effetto collaterale della malattia, ma sono probabilmente correlati alla progressione della malattia.

“Vedere le stesse caratteristiche in pazienti con diagnosi recente e parenti non diagnosticati ad alto rischio significa che queste proteine ??possono essere utilizzate per prevedere una diagnosi futura di diabete.”

“Comprendere quali percorsi portano i pazienti a sviluppare il diabete di tipo 1 è la chiave per sviluppare nuove strategie di trattamento e misurare con precisione il successo delle sperimentazioni cliniche.

“Vorremmo condurre uno studio in cui monitoriamo i soggetti prima e dopo la diagnosi per confermare se le proteine ??che indentifichiamo prevedano la progressione della malattia.

“Il team è ora coinvolto nella sperimentazione clinica di un integratore dietetico specializzato per colpire il microbiota intestinale in pazienti con diabete di tipo 1.

“Speriamo che questo trattamento inverta i cambiamenti associati alla malattia che abbiamo trovato nel nostro studio”.

Lo studio è pubblicato sulla rivista scientifica Diabetes Care di oggi 13 agosto.

Categorie:Ricerca

Con tag:,