Donne e diabete

Studio rileva che la vaccinazione contro Tdap per le donne in gravidanza non aumenta il rischio di autismo

Uno studio di Kaiser Permanente su oltre 80.000 bambini nati in un periodo di 4 anni ha mostrato che la vaccinazione prenatale contro Tdap (tetano, difterite, pertosse acellulare) non è associata ad un aumentato rischio di disturbi dello spettro autistico nei bambini. Lo studio è stato pubblicato oggi in Pediatrics.

“I neonati sono a più alto rischio di ospedalizzazione e morte tra qualsiasi sottogruppo di popolazione dopo aver contratto un’infezione da pertosse, una malattia respiratoria altamente contagiosa nota anche come pertosse”, ha detto Tracy A. Becerra-Culqui, PhD, ricercatrice post-dottorato con il Dipartimento di Ricerca e Valutazione della Kaiser Permanente Southern California e autore principale dello studio. “Con l’immunità calante contro la pertosse negli Stati Uniti, è diventato molto importante per le donne incinte essere immunizzate contro la pertosse: è un’immunità che trasmettono al nascituro”.

“Le donne incinte possono essere rassicurate da questo studio che non vi è alcuna indicazione di un aumento del rischio di disturbo dello spettro autistico nei bambini dopo essere stati esposti prenatalmente al vaccino Tdap”, ha aggiunto Becerra-Culqui.

Il comitato consultivo sulle pratiche di immunizzazione, che fornisce una guida sull’uso dei vaccini per gli Stati Uniti, raccomanda alle donne incinte di ricevere il vaccino Tdap per prevenire l’infezione della pertosse, ma alcune donne ancora esitano.

I ricercatori di Kaiser Permanente sono stati in grado di studiare in modo completo il legame ipotizzato tra Tdap e l’autismo a causa della popolazione di pazienti ampia e diversificata dell’organizzazione. Nella California meridionale, Kaiser Permanente fornisce assistenza sanitaria in 15 ospedali e circa 220 ambulatori medici a circa 4,4 milioni di membri che sono ampiamente rappresentativi della popolazione dell’area. Le vaccinazioni consigliate sono gratuite per tutti i membri.

Questo studio di coorte retrospettivo ha esaminato la diagnosi di autismo per i bambini nati negli ospedali Kaiser Permanente nel sud della California tra il 1 ° gennaio 2011 e il 31 dicembre 2014.

Lo studio ha coinvolto 81.993 bambini e ha rilevato che:

  • La copertura vaccinale prenatale con Tdap andava dal 26% per la coorte di nascita 2012 al 79% per la coorte di nascita 2014.
  • Il tasso di incidenza del disturbo dello spettro autistico nei bambini era dell’1,5% nel gruppo vaccinale Tdap materno e dell’1,8% nel gruppo non vaccinato materno, paragonabile ai tassi di autismo negli Stati Uniti (1,7%).
  • Le analisi dei dati estratti dalle cartelle cliniche elettroniche hanno mostrato che la vaccinazione con Tdap durante la gravidanza non era associata ad un aumento del rischio di disturbi dello spettro autistico nei bambini.
  • I risultati sono stati coerenti tra gli anni di nascita dello studio e tra i bambini primogeniti.

“Il legame tra vaccinazione e sviluppo dell’autismo è stato smentito da molte rigorose indagini scientifiche, ma sfortunatamente le idee sbagliate generano ancora preoccupazioni”, ha detto l’autore senior del giornale, Hung Fu Tseng, PhD, del Dipartimento di Ricerca e Valutazione.

“Data la crescente pratica di vaccinare le donne in gravidanza con il vaccino Tdap, era importante affrontare la preoccupazione di un legame tra la vaccinazione materna e il successivo sviluppo del disturbo dello spettro autistico nei bambini”, ha aggiunto. “Speriamo che i nostri risultati rassicurino i genitori che la vaccinazione con Tdap durante la gravidanza non è associata all’autismo nei bambini”.

 

Categorie:Donne e diabete

Con tag: