Batticuore

La tripla pillola abbassa significativamente la pressione sanguigna, una terapia innovativa

Una nuova dose tre in una della pillola per trattare l’ipertensione potrebbe trasformare il modo in cui l’ipertensione viene trattata in tutto il mondo.

Un processo condotto dal The George Institute for Global Health ha rivelato che la maggior parte dei pazienti – il 70% – ha raggiunto gli obiettivi di pressione arteriosa con la “pillola tripla”, rispetto a poco più della metà di coloro che ricevono le normali terapie.

Pubblicità e progresso

La pressione alta è la causa principale di carico patogeno in tutto il mondo, i risultati sono pubblicati in JAMA, con questa formulazione cambieranno le linee guida a livello globale.

La dott.ssa Ruth Webster, del George Institute for Global Health, ha affermato che questo è stato un importante passo avanti a dimostrazione che la tripla pillola non solo è più efficace delle cure standard, ma anche sicura. “Si stima che più di un miliardo di persone soffrano a causa della pressione alta e che la maggior parte di esse abbia una pressione sanguigna poco controllata, i cui risultati potrebbero aiutare milioni di persone a ridurre globalmente l’ipertensione sanguigna e ridurre il rischio di infarto o ictus”.

I ricercatori hanno testato un modo completamente nuovo di trattare l’ipertensione dando ai pazienti tre farmaci, ciascuno a metà dose, in un’unica pillola per il trattamento precoce della pressione alta. Tradizionalmente i pazienti iniziano il trattamento con un farmaco a una dose molto bassa, che viene aumentata nel tempo con l’aggiunta di farmaci aggiuntivi e un aumento del dosaggio per cercare di raggiungere l’obiettivo.

Il dott. Webster ha aggiunto: “I pazienti vengono portati indietro a intervalli frequenti per vedere se soddisfano i loro obiettivi con più visite necessarie per adattare i trattamenti e il dosaggio. Questo non è solo un tempo inefficiente, è costoso. Sappiamo anche che molti medici e pazienti trovano troppo complicata la terapia da gestire  e spesso non aderiscono al processo: questo nuovo approccio è molto più semplice e funziona “.

Lo studio, condotto in Sri Lanka, ha arruolato 700 pazienti con un’età media di 56 anni e una pressione arteriosa di 154/90 mm Hg.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere o la pillola di combinazione o la cura abituale – quale scelta del medico di abbassare la pressione sanguigna tramite farmaco. La pillola tripla consisteva nei farmaci per la pressione del sangue telmisartan (20 mg), amlodipina (2,5 mg) e clortalidone (12,5 mg).

Rispetto ai pazienti sottoposti a terapia tradizionale, una percentuale significativamente maggiore di pazienti trattati con la tripla pillola ha raggiunto la pressione sanguigna target di 140/90 o meno (con target inferiori a 130/80 per i pazienti con diabete o malattia renale cronica).

A sei mesi, l’83% dei partecipanti al gruppo a tripla pillola riceveva ancora la pillola di combinazione rispetto alla maggior parte dei pazienti nel gruppo di terapia tradizionale che ne riceveva solo uno e solo un terzo riceve due o più farmaci che abbassano la pressione sanguigna.

La professoressa Anushka Patel, Principal Investigator del processo e Chief Scientist al The George Institute, ha detto che questo è stato un grande miglioramento. “La World Heart Federation ha fissato un obiettivo ambizioso: entro il 2025 una riduzione del 25 per cento dei livelli di pressione arteriosa a livello globale. La tripla pillola potrebbe essere un modo economico per aiutare i paesi di tutto il mondo a raggiungere questo obiettivo.

“Questo studio ha rilevanza globale, mentre il bisogno più urgente, dal punto di vista del carico globale di malattie, è quello di paesi a basso e medio reddito, è ugualmente rilevante in un paese come l’Australia dove stiamo ancora raggiungendo solo il 40% – nei tassi di controllo del 50% per l’ipertensione. ”

Il George Institute sta ora esaminando le strategie per massimizzare l’assorbimento dei risultati dello studio. Ciò include l’esame dell’accettabilità dell’approccio della tripla pillola ai pazienti e ai loro medici, nonché l’efficacia dei costi che sarà importante per i governi e gli altri pagatori da considerare.

Categorie:Batticuore, Terapie

Con tag:,