Compliance

Risultati del diabete di tipo 1: la distanza casa ospedale fa la differenza?

Per accedere alle cure, i pazienti pediatrici affetti da diabete di tipo 1 (T1D) che vivono nella British Columbia (BC), in Canada, si recano nell’unico ospedale pediatrico (BC Children’s Hospital, BCCH), oppure ricevono cure comunitarie da endocrinologi e/o pediatri a livello di case della salute. I ricercatori del Dipartimento di Pediatria, Università della British Columbia, Vancouver, Canada hanno cercato di determinare se l’HbA1C e gli esiti riferiti dai pazienti fossero associati con la distanza dalla clinica e l’assistenza terziaria rispetto alla comunità.

I pazienti sono stati reclutati dalle cliniche T1D attraverso BC. Sono stati completati la revisione della cartella clinica e le indagini sui pazienti, incluso il DTSQ (Diabetes Treatment Satisfaction Questionnaire). Il tipo di clinica è stato classificato come terziario (BCCH) o comunità e il tempo di viaggio per BCCH è stato classificato come <1 ora (h), 1-2 ore o> 2 ore.

C’erano 189 partecipanti. L’età e la durata del T1D erano simili tra i gruppi. Il numero medio di visite / anno per i gruppi BCCH era 2.23, 2.24 e 2.05 per i gruppi <1h, 1-2h e> 2h, rispettivamente, contro 3.26 per il gruppo della comunità. La differenza media aggiustata in HbA1C era + 0,65% (IC 95% 0,15, 1,15) e + 0,52% (IC 95% 0,02, 1,02) per il gruppo BCCH> 2 ore rispetto al gruppo BCCH <1 ora gruppo e comunità, rispettivamente. I punteggi DTSQ secondari erano significativamente più bassi nel gruppo BCCH> 2h rispetto al BCCH <1 ora e ai gruppi della comunità.

I bambini che viaggiano da 2 ore verso la clinica T1D alla BCCH avevano valori HbA1C significativamente più alti e minore soddisfazione nei confronti di coloro che viaggiavano da 1 ora a BCCH e quelli che ricevevano assistenza dalla comunità.

L’accesso alle cure più vicino a casa può favorire il controllo glicemico nei bambini con T1D e migliorare la soddisfazione del trattamento. Future ricerche dovrebbero determinare se questi risultati possono essere replicati in altre regioni.

C’è inoltre da considerare come le distanze in Canada sono molto incidenti nella vita quotidiana con o senza diabete, e per quest’ultimo l’introduzione di percorsi avanzati di telemedicina diventa un passaggio non più rinviabile sostengono i ricercatori.

Dipartimento di Pediatria, Università della British Columbia, Vancouver, BC, Canada

Pubblicato nella rivista scientifica Pediatric Diabetes del 13 agosto 2018.