Terapie

La danese Novo Nordisk acquista il pioniere della tecnologia dell’insulina nel Regno Unito: Zylo

novonordiskt

(AFP – 17/8/18) – La danese Novo Nordisk, il principale produttore di insulina al mondo, ha comunicato di aver acquisito una società britannica che sta sperimentando una nuova tecnologia la quale potrebbe aiutare le persone con diabete ad iniettarsi in più sicurezza l’insulina.
Novo Nordisk ha dichiarato in una nota di aver acquisito Ziylo con sede a Bristol in un accordo che potrebbe potenzialmente superare gli $ 800 milioni.

Ziylo si descrive come un incubatore scientifico che sta sviluppando insuline o GRI reattivi al glucosio.

Un GRI “aiuterebbe ad eliminare il rischio di ipoglicemia, il principale problema associato alla terapia insulinica e uno dei principali ostacoli al raggiungimento di un controllo ottimale del glucosio”, ha detto Novo Nordisk in una nota.

Iperglicemia o glicemia alta si verifica quando c’è una quantità eccessiva di glucosio nel sangue di una persona. E le insuline sono usate per abbassare quei livelli.

Tuttavia, il livello di glucosio ritenuto eccessivamente iperglicemico varia da persona a persona, rendendo difficile il monitoraggio di questi fattori così come l’iniezione della giusta quantità di insulina.

Novo Nordisk ha affermato che un GRI “potrebbe anche portare a un migliore controllo metabolico e quindi a ridurre l’onere complessivo del diabete per le persone che vivono con la malattia”.

L’acquisizione conferisce a Novo Nordisk i pieni diritti sulla tecnologia di Ziylo, che il colosso sanitario danese considera “un’area strategica chiave … nel suo sforzo di sviluppare la prossima generazione di insulina, che porterebbe a una terapia insulinica più sicura ed efficace “.

Novo Nordisk ha dichiarato di aver acquisito tutte le azioni di Ziylo per un pagamento anticipato e un earn-out.

I pagamenti totali potrebbero in definitiva superare gli 800 milioni di dollari a seconda dei risultati, degli sviluppi e delle vendite di Novo Nordisk.

L’azienda danese controlla quasi la metà del mercato globale dell’insulina, mentre i trattamenti per l’emofilia e ormonali rappresentano circa il 20% delle vendite complessive.

L’anno scorso, secondo l’International Diabetes Federation (IDF), c’erano 425 milioni di persone con diabete nel mondo, e si prevede che la cifra salirà a 629 milioni nel 2045.

Solo la metà dei diabetici del mondo sono attualmente diagnosticati con la malattia. E solo il 50 percento delle persone diagnosticate ha accesso al trattamento.

Complicazioni causate dal diabete, tra cui malattie cardiovascolari e renali e amputazioni degli arti inferiori, uccidono quattro milioni di persone all’anno, secondo l’IDF.

Poco più di una settimana fa, il prezzo delle azioni di Novo Nordisk ha subito un impatto negativo a causa di un cambiamento legislativo negli Stati Uniti che riduce i prezzi dei farmaci soggetti a prescrizione medica come i trattamenti per il diabete tra i quali Tresiba e Victoza.

Categorie:Terapie, Vivo col Diabete

Con tag: