Sport e movimento

Come ti cambia l’esercizio: chiedilo al FGF21

L’esercizio cardio e l’allenamento della forza influenzano gli ormoni in modo diverso.

Ogni giorno molte persone vanno e tornano dal lavoro e/o visitano la palestra per sollevare pesi. Indipendentemente dalla forma di allenamento che scelgono, quasi tutti lo fanno per migliorare la propria salute. Ma in realtà sappiamo sorprendentemente poco su come esattamente le diverse forme di allenamento influenzano la nostra salute.

Tuttavia, ora i ricercatori dell’Università di Copenaghen si sono avvicinati alla comprensione dei diversi effetti delle diverse forme di allenamento. In un nuovo studio pubblicato sul Journal of Clinical Investigation – Insight, i ricercatori dimostrano che l’allenamento cardio su una cyclette causa un aumento della produzione dell’ormone FGF21 tre volte maggiore rispetto all’allenamento con i pesi. FGF21 ha molti effetti positivi sul metabolismo.

“Ovviamente è molto eccitante per noi ricercatori vedere come diverse forme di attività fisica influenzano in modo diverso il corpo. Abbiamo conosciuto gli effetti di varie forme di allenamento su ormoni più conosciuti come l’adrenalina e l’insulina per lungo tempo, ma il fatto che l’allenamento per la forza e l’esercizio cardio influenzino gli ormoni FGF in modo diverso è nuovo per noi “, afferma il Professore Associato del Novo Nordisk Foundation Centre for Basic Metabolic Research Christoffer Clemmensen, che è uno dei ricercatori dietro lo studio.

Nessun cambiamento dall’allenamento della forza

I ricercatori hanno studiato gli effetti su 10 giovani uomini sani, che sono stati divisi casualmente in due gruppi e hanno fatto entrambe le forme di allenamento una volta alla settimana. Entrambe le forme di allenamento erano relativamente difficili e duravano 60 minuti. L’esercizio cardio consisteva nel pedalare ad un livello di ossigeno massimo pari al 70%, mentre l’allenamento della forza consisteva in cinque esercizi ripetuti 5 volte x 10 volte e che coinvolgevano i principali gruppi muscolari del corpo.

Successivamente, sono stati prelevati otto campioni di sangue dai partecipanti per un periodo di quattro ore al fine di misurare lo sviluppo di zucchero nel sangue, acido lattico, vari ormoni e acido biliare nel corpo. Sono state queste misurazioni a rivelare un aumento significativo della produzione dell’ormone FGF21 in relazione all’esercizio cardio, mentre l’allenamento della forza non ha mostrato cambiamenti significativi riguardo a questo ormone.

“L’allenamento di resistenza su una bicicletta ha un effetto così marcato sull’ormone metabolico e ora sappiamo che dobbiamo dare un’occhiata più da vicino se questa regolazione del FGF21 è direttamente correlata agli effetti di miglioramento della salute dell’esercizio cardio. Il potenziale di FGF21 come farmaco contro il diabete, l’obesità e disturbi metabolici simili è attualmente in fase di sperimentazione, quindi il fatto che siamo in grado di aumentare noi stessi la produzione attraverso la formazione è interessante “, spiega Christoffer Clemmensen.

L’ormone muscolare sorprende i ricercatori

I ricercatori hanno anche misurato il contenuto nel sangue di un altro ormone, FGF19, che tra le altre cose è stato collegato alla crescita muscolare nei test sugli animali. A causa di questi studi precedenti, i ricercatori si aspettavano che l’allenamento per la forza avesse un effetto su questo ormone. Tuttavia, i risultati hanno dimostrato che avevano torto.

“Contrariamente alla nostra ipotesi, la produzione dell’ormone della crescita FGF19 in realtà è leggermente diminuita dopo l’allenamento della forza. Per me, questo sottolinea che c’è qualcosa riguardo all’effetto dell’allenamento della forza di cui semplicemente abbiamo troppa poca conoscenza. E, naturalmente, questo dà origine a più ricerche “, afferma il coautore dello studio Jørn Wulff Helge, professore di attività fisica e salute presso il Center for Healthy Aging e il Dipartimento di Scienze biomediche.

I ricercatori ora guarderanno più da vicino altri legami tra gli ormoni coinvolti nel metabolismo e nell’esercizio fisico.

Informazioni sullo studio

La ricerca è un cosiddetto studio crossover randomizzato, il che significa che detiene un peso maggiore in base alle prove rispetto agli studi condotti su animali e colture cellulari, ma meno di grandi studi di coorte sugli esseri umani.

I ricercatori sottolineano come i loro risultati sono limitati dal fatto che i campioni di sangue non sono stati prelevati più di quattro ore dopo l’allenamento e non possono dire nulla sugli effetti di un programma di allenamento completo su questi ormoni. Tuttavia, i risultati, in particolare per quanto riguarda l’ormone metabolico FGF21, sono così significativi da fornire una base solida per studiare se effetti simili possano essere visti in altri gruppi di persone testate.

###

Lo studio è finanziato dalla Novo Nordisk Foundation e dalla Lundbeck Foundation. Il Center for Healthy Age è finanziato da Nordea-fonden.

Categorie:Sport e movimento

Con tag:,