Mangiare

Aumenta il rischio di diabete tipo 2 con la dieta chetogenica

Una nuova ricerca pubblicata sul Journal of Physiology indica che le diete chetogeniche, le quali sono a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi, note per portare alla perdita di peso, possono causare un aumento del rischio di diabete di tipo 2 nella fase iniziale.

Il diabete di tipo 2 è una delle sfide più urgenti del nostro tempo e la sua causa ultima non è stata pienamente compresa. Le diete chetogeniche, a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi, sono noti per portare alla perdita di peso e sono stati considerate sane. Queste scoperte sollevano nuove domande sulle diete chetogeniche e sul fatto che siano effettivamente sicure per la nostra salute.
L’insulina viene rilasciata nel sangue e utilizzata per controllare i livelli di zucchero nel sangue, inclusa la segnalazione al fegato di interrompere la produzione di zucchero. Se questo sistema è compromesso e il corpo non usa correttamente l’insulina, effetto chiamato resistenza all’insulina, è probabile che gli individui sviluppino alti livelli di zucchero nel sangue. In questo studio i ricercatori hanno dimostrato che per le diete chetogeniche tale fase per il controllo dei livelli di zucchero nel sangue non funziona correttamente e crea l’insulino-resistenza nel fegato. Quando il fegato non è in grado di rispondere ai livelli normali di insulina per controllare i livelli di zucchero nel sangue, ciò può comportare un aumento del rischio di diabete di tipo 2.
Lo studio, condotto dal Politecnico di Zurigo in collaborazione con l’Ospedale pediatrico universitario di Zurigo, prevedeva l’alimentazione di topi con due diversi tipi di dieta (una dieta chetogenica e una dieta ad alto contenuto di grassi, che causa la resistenza del fegato all’insulina) e quindi l’esecuzione del metabolismo standard provato su di loro. Utilizzando procedure specializzate, i ricercatori sono stati in grado di determinare gli effetti della produzione interna di zucchero dall’animale (principalmente il fegato) e l’ assorbimento di zucchero nei tessuti (principalmente il muscolo), durante l’azione dell’insulina.
È importante notare che la ricerca non ha analizzato se la dieta assunta causa l’obesità, se data a lungo termine. Il meccanismo dietro l’intero processo era indeterminato; Pertanto, l’esistenza di una risposta fisiologica condivisa tra diete povere di carboidrati e con apporto normale di carboidrati che causano insulino-resistenza nel fegato richiede ulteriori esplorazioni.
Christian Wolfrum, uno degli autori corrispondenti sul giornale, ha dichiarato: “Il diabete è uno dei maggiori problemi di salute che dobbiamo affrontare. Sebbene le diete chetogeniche siano note per essere sane, i nostri risultati indicano che potrebbe esserci un aumento del rischio di insulino- resistenza con questo tipo di dieta e che può portare al diabete di tipo 2. Il prossimo passo è cercare di identificare il meccanismo per questo effetto e stabilire se si tratta di un adattamento fisiologico. La nostra ipotesi è che quando gli acidi grassi vengono metabolizzati, i loro prodotti potrebbero avere importanti ruoli di segnalazione nel cervello “.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.