Mangiare

Saccarosio tipo 1

Il saccarosio influisce sulla variabilità del glucosio nei pazienti con diabete di tipo 1 ? Uno studio clinico crossover pilota.

Lo scopo di questo studio era di confrontare gli effetti di una dieta priva di saccarosio con una a base di saccarosio sulla variabilità del glucosio nei pazienti con diabete di tipo 1.

Questo è stato uno studio crossover condotto dal  Dipartimento di Medicina Interna, Università Federale di Rio de Janeiro, Brasile a due vie in cui i pazienti con diabete di tipo 1 sono stati monitorati mediante monitoraggio continuo della glicemia e selezionati per ricevere una dieta priva di saccarosio (<30 g / d), seguita da una con aggiunta di saccarosio (> 80 g / giorno) per 2 giorni ciascuno. La variabilità intra-giornaliera del glucosio è stata valutata dall’ampiezza media delle escursioni glicemiche (MAGE), dal valore M, dall’indice J, dalla valutazione del rischio glicemico nell’equazione del diabete (GRADO) e dalla continua azione glicemica netta sovrapposta (CONGA 1-3 ). La variabilità tra i giorni è stata determinata in base alla differenza giornaliera (MODD). Le analisi statistiche sono state eseguite con un livello di significatività del 5%.

Dieci pazienti con diabete di tipo 1 sono stati valutati. I partecipanti avevano una media di 26,1 ± 7,1 anni di età. La durata media della malattia era 16,5 ± 10,5 anni e l’emoglobina glicata media dei pazienti era del 7,4% ± 0,8%. Gli indici di variabilità della glicemia intra e inter-day non differivano tra i periodi di dieta (MAGE: 10.2 ± 5.1 e 10.4 ± 6.8 mmol / L, P = 0.98; Valore M: 12.9 ± 2 e 15,6 ± 1.3 mmol / L, P = 0,29; J-index: 50,9 ± 4,4 e 57,7 ± 3,3 mmol / L, P = 0,41; GRADO: 7,2 ± 1 e 4,7 ± 5,3 mmol / L, P = 0,07 e MODD: 3,9 ± 1 e 4,3 ± 1,5 mmol / L, P = 0,28; rispettivamente per le diete senza saccarosio e saccarosio). CONGA 1-3 erano simili per entrambi i periodi di dieta (P> 0,05).

L’uso di una quantità moderata di saccarosio, come parte di una dieta equilibrata, non ha influenzato la variabilità del glucosio o il fabbisogno di insulina nei pazienti con diabete di tipo 1.

Studio pubblicato sulla rivista scientifica Nutrition luglio 2018.